Padre Giuseppe Tagliareni: "siamo arrivati alla corruzione finale?" | lafedequotidiana.it

Padre Giuseppe Tagliareni: “siamo arrivati alla corruzione finale?”

Ti è piaciuto? Condividi!

Prima lettura
Dal libro del profeta Osea 2,16.17b-18.21-22

Così dice il Signore:
«Ecco, io la sedurrò,
la condurrò nel deserto
e parlerò al suo cuore.
Là mi risponderà
come nei giorni della sua giovinezza,
come quando uscì dal paese d’Egitto.
E avverrà, in quel giorno – oracolo del Signore – mi chiamerai: “Marito mio”,
e non mi chiamerai più: “Baal, mio padrone”.
Ti farò mia sposa per sempre,
ti farò mia sposa
nella giustizia e nel diritto,
nell’amore e nella benevolenza,
ti farò mia sposa nella fedeltà
e tu conoscerai il Signore».

Vangelo
Dal Vangelo secondo Matteo 9,18-26

In quel tempo, [mentre Gesù parlava,] giunse uno dei capi, gli si prostrò dinanzi e disse: «Mia figlia è morta proprio ora; ma vieni, imponi la tua mano su di lei ed ella vivrà». Gesù si alzò e lo seguì con i suoi discepoli.
Ed ecco, una donna, che aveva perdite di sangue da dodici anni, gli si avvicinò alle spalle e toccò il lembo del suo mantello. Diceva infatti tra sé: «Se riuscirò anche solo a toccare il suo mantello, sarò salvata». Gesù si voltò, la vide e disse: «Coraggio, figlia, la tua fede ti ha salvata». E da quell’istante la donna fu salvata.
Arrivato poi nella casa del capo e veduti i flautisti e la folla in agitazione, Gesù disse: «Andata via! La fanciulla infatti non è morta, ma dorme». E lo deridevano. Ma dopo che la folla fu cacciata via, egli entrò, le prese la mano e la fanciulla si alzò. E questa notizia si diffuse in tutta quella regione.

IL COMMENTO ALLE LETTURE DEL GIORNO DI PADRE GIUSEPPE TAGLIARENI

Osea, vissuto intorno al 750 a. C. al tempo di Geroboamo II, fu il primo profeta a parlare di matrimonio tra Dio e il suo popolo: cosa che nessuno avrebbe osato dire, se non sotto ispirazione divina.

Israele è la sposa infedele che si prostituisce con Baal, Astarte e altri dèi; per questo suscita la gelosia divina.

Ciò implica idolatria, lotte intestine, leggi inique, corruzione civile e religiosa dei capi, dei sacerdoti, del popolo.

Dio interverrà con potenza: li sedurrà di nuovo, li porterà nel deserto, parlerà di amore al suo popolo purificato, che finalmente riconoscerà il suo Sposo, entrando nella ritrovata intimità nuziale.

Ora sembra che siamo arrivati alla corruzione finale: parte della Chiesa, sposa di Cristo-Dio, è profondamente infedele allo Sposo e cerca nuovi amori e amanti: la sinagoga, la moschea, le logge massoniche; nuovi idoli: l’ecologismo, la Madre Terra, la “Pachamama”; nuovi padroni (“baal”): Soros, Rockfeller, Bildeberg; nuovi culti: celebrazioni multireligiose mondialiste; altra salvezza: Nuovo Ordine mondiale, Nuovo Umanesimo.

Presto Dio ci porterà nel deserto (il lockdown è l’assaggio) e parlerà al nostro cuore.

Per ottenere miracoli ci vuole la fede, come ebbe quella donna, l’emorroissa, che diceva: “Se riesco a toccare il suo mantello, sarò guarita” e così fu.

O come quel padre, che avendo la figlioletta ormai spacciata, disse: Se Gesù viene in casa mia, la guarirà e pur se morta la farà rivivere. E così avvenne.

A credere così ci vuole coraggio! Ce l’hai tu?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.