Il Papa ha incontrato Kim Davis, che si era rifiutata di apporre la sua firma alle licenze di nozze gay | lafedequotidiana.it

Il Papa ha incontrato Kim Davis, che si era rifiutata di apporre la sua firma alle licenze di nozze gay

Ti è piaciuto? Condividi!

Papa Francesco, a quanto riferiscono organi di stampa americani Kim Davisdurante il suo recente viaggio apostolico in America ha incontro, in segreto, Kim Davis, l’impiegata del Kentucky che è andata in prigione per essersi rifiutata di apporre la sua firma alle licenze di matrimonio per le coppie dello stesso sesso, perché contro le sue convinzioni cristiane.

Il Papa ha ringraziato Davis per il suo coraggio e le ha detto di continuare ad essere forte, inoltre ha chiesto a lei e al marito di pregare per lui. A quanto pare il Santo Padre ha seguito la storia Davis sui media e ha chiesto un incontro con lei. Sul viaggio di ritorno a Roma il Papa ha riaffermato fortemente il diritto dei funzionari di governo all’obiezione di coscienza, considerato un diritto umano.

Matteo Orlando

4 pensieri riguardo “Il Papa ha incontrato Kim Davis, che si era rifiutata di apporre la sua firma alle licenze di nozze gay

  • Avatar
    2 Ottobre 2015 in 12:51
    Permalink

    Mah. Non si capisce veramente più niente. Fino a stamattina pensavo che l’incontro fosse un messaggio inequivocabile, seppur non diretto. Ma a leggere Padre Lombardi su Avvenire…

    “Il Papa – ha detto padre Lombardi – non è quindi entrato nei dettagli della situazione della signora Davis e il suo incontro con lei non deve essere considerato come un appoggio alla sua posizione in tutti i suoi risvolti particolari e complessi”.”

    Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2015 in 16:04
      Permalink

      Tradotto significa: il Vaticano non si schiera né a favore né contro la questione delle nozze gay in America. In altre parole, non riescono a decidersi se stare con Dio o contro di Lui.

      Rispondi
  • Avatar
    3 Ottobre 2015 in 9:13
    Permalink

    L’unica udienza e’ stata con il suo ex allievo Grassi (omosessuale “praticante”),ha continuato dicendo che il Papa sa da tempo che lui è gay, ma non ha mai condannato la sua sessualità o il suo rapporto omosessuale e che lui e Iwan (ha rifiutato di rivelare il suo cognome a causa di timori per la privacy) hanno incontrato Francesco anche l’anno scorso a Roma. Cioe’ questo papa ci tiene a far sapere che l’incontro con SEGRETO con la Devis non sta a significare l’appoggio alle sue tesi invece l’unica udienza e’ per la coppia omo (con tanto di benedizione)
    E’ smettetela di dire che siamo tutti figli di Dio perché quell’accoglienza tanto acclamata dal vescovo di Roma al riguardo di chi pratica ATTI OMOSESSUALI e’ un’accoglienza si, ma che ti porta in luoghi mooooolto caldi!!!
    MA COS’ALTRO DEVE SUCCEDERE PER FARVI CAPIRE CHE CATHERINA EMMERICH QUANDO PARLA DELLE DUE CHIESE (e in una non c’era niente di santo) PARLAVA DI QUESTI TEMPI?

    Rispondi
  • Avatar
    3 Ottobre 2015 in 11:53
    Permalink

    Si’, ok peccato pero’ che questa notizia sia gia’ superata da quella, di segno diametralmente opposto, che il papa ha concesso udienza privata al suo vecchio amico omosessuale con tanto di “compagno” e benedizione tra baci e abbracci (a proposito… chi e’ che diceva che questo papa e’ un macho sudamericano che non vuole avere gay intorno?)

    Caro papa, grazie a te ognuno qui si sta facendo la sua religione a proprio uso e consumo. Bravo, continua cosi’. Chissa’ cosa ne pensa Cristo, pero’.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.