Don Viola: "I Carabinieri sono entrati con le armi intimandomi di interrompere la messa" | lafedequotidiana.it

Don Viola: “I Carabinieri sono entrati con le armi intimandomi di interrompere la messa”

Ti è piaciuto? Condividi!

“Sarei curioso di vedere se i Carabinieri hanno il coraggio di entrare con le armi anche in una moschea e di ascoltare le reazioni di tanti nostri politici”: don Lino Viola, parroco di Galligano nel cremonese, è da poco finito nell’ occhio del ciclone. Domenica scorsa, infatti, i Carabinieri hanno fatto irruzione (armati) nella sua chiesa intimandogli di cessare la celebrazione della messa. Lo abbiamo intervistato.

Don Lino, che cosa è accaduto?

“Intanto ringrazio per le tante attestazioni di solidarietà avute che mi hanno rincuorato. Io stavo celebrando messa, come permesso, con sette accoliti tra ministranti e coro, dunque in base alle norme governative. In più nella chiesa, capace di 500 metri quadrati, si sono aggiunte, sparpagliate, altre sei persone per un totale di 13. Una signora aveva perduto la mamma da due giorni”.

E i Carabinieri?

“Sono entrati con le armi, cosa che non è permessa, e mi hanno intimato, leggendomi una carta di interrompere la messa e dopo mi hanno comminato la sanzione da circa 600 euro. Ovviamente non la pago e la cosa va a finire in Tribunale, ho due avvocati disposti a difendermi. Non la pagheranno neanche i fedeli, semmai lo farà la parrocchia”.

Ci sta pure una strana telefonata…

“Mentre facevo l’ omelia la badante ucraina mi ha portato il cordless e mi ha detto che in Sindaco voleva parlarmi subito per avvisarmi . Ma siamo impazziti, il Sindaco chiede questo durante la messa. Io ne ho viste tante, ma mai, dico mai, la Chiesa era stata trattata tanto male come ora”.

I suoi confratelli?

“Tanti, per quieto vivere, dicono di far finta di nulla, ma io non scappo davanti alla persecuzione e le aggiungo una cosa”.

Prego…

“Sono curioso di vedere se i Carabinieri hanno il coraggio di entrare in una moschea e soprattutto, ove questo avvenga, le reazioni di tanti nostri politici”.

E magari di confratelli…

“Le auguro buona sera, mi faccia tacere che è meglio”.

Bruno Volpe

4 pensieri riguardo “Don Viola: “I Carabinieri sono entrati con le armi intimandomi di interrompere la messa”

  • Avatar
    22 Aprile 2020 in 7:58
    Permalink

    Tante volte la stupidità di chi porta la divisa e la mancanza di buon senso creano queste pagliacciate e stupidità. A quei carabinieri bisognerebbe prima di mandarli in giro insegnare l’applicazione della legge , il rispetto e il buon senso. Senza polemica e una battuta, forse quei carabinieri sono iscritti al PD…,,

    Rispondi
    • Avatar
      15 Maggio 2020 in 4:28
      Permalink

      ??”?????????????????? Bene???????? Ci sara’un a causa e gli sprovveduti saranno trasferiti in località sperdute della Sardegna…..

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.