Monsignor Paglia: "Se legge e coscienza sono in conflitto, l'obiezione è un diritto" | lafedequotidiana.it

Monsignor Paglia: “Se legge e coscienza sono in conflitto, l’obiezione è un diritto”

Ti è piaciuto? Condividi!

Monsignor Vincenzo Paglia
Monsignor Vincenzo Paglia

” Il bambino è un dono, mai un diritto o proprietà. L’ obiezione di coscienza fa parte del pensiero occidentale”. E’ l’affondo di Monsignor Vincenzo Paglia, Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia.

Eccellenza Paglia non è un mistero che la famiglia, nel modello cristiano, accusi battute a vuoto. Perchè?

” Una della cause, non la sola, è il contesto culturale non sempre favorevole. In una società liquida, come la nostra, spaventa il concetto del per sempre e a volte allarma. E allora proprio perché la visione di un rapporto stabile crea agitazione, si ricorre al modello usa e getta, quello che va bene oggi, domani no. Ne va di mezzo, appunto, la stabilità”.

La precarietà economica incide nella formazione della famiglia?

” Sicuramente anche questo aspetto ha la sua rilevanza e non è da poco. L’ incertezza sul futuro lavorativo, con quello che ne deriva, genera ansia e questa ansia lavora in modo che non si arrivi poi al matrimonio. E ovviamente la carenza di un impiego e di risorse economiche pesano sulla natalità. L’ arrivo di un figlio, che è impegnativo, al posto di essere fatto lieto, è valutato  rischio. Il figlio costa”.

E la politica?

” Ritengo che debba lavorare in favore della famiglia aiutandola e sostenendola con scelte sagge e strutturali. Papa Francesco è stato molto intelligente e ha dedicato alla famiglia ben due sinodi per dimostrare quale priorità essa sia. Assieme agli interventi degli Stati bisogna rinvigorire una  buona pastorale della famiglia”.

Da che cosa dipende la denatalità?

” Intanto dico che se non si fanno figli il futuro è dimezzato. Come ho sottlineato le cause sono culturali, ma anche economiche. Il figlio è spesso pesante per le tasche . Inoltre, questa è una società individualista ripiegata  su se stessa”.

Maternità surrogata, che cosa ne pensa?

” E’ una bruttissima cosa, una pratica che legittima una moderna e nuova forma di schiavismo. Il bambino  è un  dono, mai un diritto o un titolo di proprietà”.

Obiezione di coscienza, possibile?

” Davanti ad alcune leggi esiste il diritto ad obiettare. Del resto, Pannella lo faceva. Questo accade quando legge e  coscienza entrano in conflitto. Le leggi possono essere serenamente criticate,  non sono mica un tabù. L’obiezione fa parte del pensiero occidentale”.

Bruno Volpe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.