Monsignor Carlo Liberati (prelato emerito di Pompei): "Alfie è stato ucciso" | lafedequotidiana.it

Monsignor Carlo Liberati (prelato emerito di Pompei): “Alfie è stato ucciso”

Ti è piaciuto? Condividi!

“Alfie è stato ucciso.” Lo afferma in questa intervista che ci ha rilasciato Monsignor Carlo Liberati, arcivescovo emerito e prelato di Pompei.

Eccellenza, il piccolo Alfie ormai è morto…

” Calma: Alfie non è morto, è stato ucciso, vittima di leggi arcane, disumane, senza cuore. Il problema, a ben guardare, non è solo britannico, ma di tutto il continente europeo, fatte eccezioni. Da noi la fede cristiana si sta riducendo a vuote celebrazioni e riti, abitudine.  Nei paesi notiamo ancora i campanili e le grandi cattedrali in tante occasioni dolorosamente vuote. Sono le vestigia di una grande voce del passato . E mi domando: questa voce che fine ha fatto? L’ Europa ha rinnegato sè stessa,  negando nella Costituzione le sue origini giudaico – cristiane. I risultati sono questi”.

Cioè?

” Le leggi che hanno ucciso Alfie, ma vale per Eluana Englaro, sono frutto di un mondo capitalista, legato ai soli valori materiali atei e massonici, perchè tra massoneria e visione atea il legame è stretto. Un sistema che non rispetta la sacralità della vita umana dal momento del concepimento sino alla sua fine naturale è ateo. La vita è un dono di Dio e nessuno ha il diritto a disporne. Gli uomini di Chiesa su questo hanno il diritto, e il dovere, di parlare chiaro  alzando la  voce in segno di correzione fraterna verso chi sbaglia”.

Nel caso di Alfie la Chiesa ha alzato questa voce?

“Non giudico nessuno e tanto meno il  Papa che ha detto la sua con autorevolezza. Indubbiamente Giovanni Paolo II nel suo stile, avrebbe  sbattuto i pugni”.

Il vescovo di Liverpool, pur venuto a Roma, ha elogiato l’ operato della clinica inglese e non è andato da Alfie…

” Se io fossi stato vescovo di quella città avrei agito in modo diverso.”

Che cosa pensa della condotta sia dei giudici inglesi che dei medici?

” Hanno commesso  un arbitrio. Sono degli assatanati e diabolici, non cristiani, impregnati di cultura della morte ed atea, schiavi del denaro e del benessere. In poche parole, massoni, perchè  i massoni, e anche da noi ce ne sono tanti, non credono in Dio e non rispettano la vita”.

Che lezione possiamo trarne?

” Che tutti abbiamo lasciato morire Alfie, vittima di  omicidio. La Chiesa ha messo a disposizione un ospedale, e non credo potesse fare altro. Il problema qui è il contesto, la cultura della morte che domina. In quanto alla sbandierata laicità, essa è intesa in modo errato e va contro quello che ci dice il Vangelo. Non esiste una vita laica senza o contro Dio. Solo chi è massone la pensa diversamente”.

Secondo lei la Bonino è una grande italiana?

” Non la considero tale. Certe affermazioni, da chiunque vengano, non fanno parte del Magistero della Chiesa e non sono dotate di infallibilità, tanto meno conformi ai  Comandamenti , dove ci sta scritto non uccidere. La Bonino ha tanti aborti sulla coscienza”.

Lo disse il  Papa…

” Le ripeto che il Pontefice, che merita rispetto, è infallibile solo in alcune circostanze . Lo ha detto il Vaticano I”.

Bruno Volpe

Un pensiero riguardo “Monsignor Carlo Liberati (prelato emerito di Pompei): “Alfie è stato ucciso”

  • Avatar
    1 Maggio 2018 in 19:18
    Permalink

    ” Indubbiamente Giovanni Paolo II nel suo stile, avrebbe sbattuto i pugni “. E’ questo che è mancato nella tristissima vicenda di Alfie.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.