Maurizio Gasparri: "Legge su omotransfobia inutile e divisiva" | lafedequotidiana.it

Maurizio Gasparri: “Legge su omotransfobia inutile e divisiva”

Ti è piaciuto? Condividi!

“Solidarietà a don Giuseppe Zito. Lopalco? Ora si occupa della sua salute e non di quella dei pugliesi”. gli affondo del senatore Maurizio Gasparri, Forza Italia in questa intervista che ci ha concesso, nella quale parla del caso del parroco di Lizzano don Giuseppe Zito ( Taranto) , della controversa legge Zan – Scalfarotto, passando per le regionali in Puglia. Insomma, a tutto campo.

Senatore Gasparri, a Lizzano ( Taranto) in chiesa si prega il rosario, fuori manifestano attivisti gay e il sindaco manda i Carabinieri contro il parroco don Zito che neppure ci sta…

” Una roba da non crederci, voglio informarmi meglio per adottare iniziative. In ogni caso, per istinto e fede, sono sempre a favore dei parroci. Ma siamo diventati matti che un sacerdote o i fedeli non possano pregare liberamente,specie per valori quali la famiglia naturale fatta da uomo e donna? Era già accaduto durante la pandemia, Carabinieri in una chiesa. Questo è il frutto di un clima avvelenato e dell’ incoraggiamento che la  Zan Scalfarotto, legge illiberale, infonde alle organizzazioni lgbt”.

C’è bisogno di questa legge?

” Per nulla. E’ un provvedimento divisivo ed inutile che serve ad obbedire al pensiero unico dominante. Attualmente se io dileggio o picchio qualcuno per motivi legati all’orientamento sessuale, politico, religioso, scattano le aggravanti, l’ ordinamento le prevede. E allora, che bisogno abbiamo di una tutela rinforzata e a favore di una parte? Inoltre questa legge mi sembra contraria alla Costituzione perchè lede in diritto di opinione, ex art 21 Costituzione, è liberticida. In verità, è una crociata al contrario di alcune lobby molto potenti. Ultimamente, incontrando in aeroporto la Balivo  le ho detto che quella di invitare opinionisti gay o trans in tv e di parlare di certi temi, persino in ore poco adatte è diventata un’  ossessione. Ritengo ,facendo una battuta, che occorra  approvare una legge per difenderci dall’ eterofobia”.

Puglia, terra che lei ama. A aettembre si vota. Emiliano ha tirato fuori il coniglio Lopalco dal cilindro..

” Emiliano sa che il 21 Settembre andrà a casa comodamente seduto sul divano ed ha paura. La sua parentesi è duranta sin troppo, i pugliesi lo licenzieranno”.

 Lopalco?

” Fa parte dello stile avventuroso, per non usare altro termine sempre simile ad avventura, di Emiliano, che è  ormai alle corde, con l’ acqua alla gola. In quanto a Lopalco, da occuparsi della salute dei pugliesi evidentemente vuole occuparsi della propria, con la politica.. Anche lui ha scelto la linea e lo stile dell’ avventura di Emiliano e, come Emiliano abbaia alla luna Un signore che della scienza e della medicina ha fatto un’ avventura “.

Bruno Volpe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.