Il Vaticano ribadisce l’impegno contro l’antisemitismo

Ti è piaciuto? Condividi!

L’arcivescovo Paul Richard Gallagher, in un videomessaggio ha ribadito l’impegno della Santa Sede contro l’intolleranza nei confronti delle persone di origine ebraica. Il messaggio del Segretario della Santa Sede per i Rapporti con gli Stati arriva nell’ambito di una campagna mediatica promossa dall’Ambasciata israeliana per combattere l’antisemitismo, poiché la Chiesa quest’anno celebra il 55 ° anniversario di “Nostra Aetate” – la Dichiarazione del Concilio Vaticano II sulla il rapporto della Chiesa con le religioni non cristiane.

L’arcivescovo Gallagher sottolinea che Nostra Aetate è importante per due aspetti che mette in evidenza: la sua enfasi sulle radici ebraiche della fede cristiana e la condanna dell’antisemitismo in ogni forma e specie. parlando dell’eredità spirituale comune sia ai cristiani che agli ebrei, il Concilio raccomanda tra loro una “conoscenza e stima reciproche”, ottenibile soprattutto attraverso “studi biblici e teologici, nonché dialoghi fraterni”.

Al riguardo, negli ultimi anni sono stati fatti molti progressi, afferma l’Arcivescovo. La conoscenza reciproca ha portato a una migliore comprensione a livello teologico, sociale e politico, compresi gli accordi bilaterali con i quali sono state stabilite le relazioni diplomatiche tra la Santa Sede e lo Stato di Israele.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Un pensiero su “Il Vaticano ribadisce l’impegno contro l’antisemitismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.