Il cardinale Grocholewski: “L’accoglienza ai migranti trova un limite nella ragionevolezza”

Ti è piaciuto? Condividi!

Zenon GrocholewskiIntervistiamo il cardinale polacco Zenon Grocholewski dopo gli attentati di Parigi.

Eminenza, qual è la sua idea su questi gravi fatti?

“Sono addolorato per il brutto fatto di sangue e concordo con quello che ha detto il Papa. Un fatto aberrante, siamo davanti ad un crimine contro l’ umanità e la vita che è sacra. E’ la prova di un mondo molto fragile oggi”.

Che cosa bisogna fare per sconfiggere  l’Isis?

“Io non ho la risposta e sinceramente non lo so. Tuttavia, dico che nelle operazioni di soccorso bisognerebbe badare prima di tutto a donne e bambini e  invece noto che i rifugiati sono nella netta maggioranza  uomini . Mi domando il perchè e chi si mescola anche tra di loro. Perchè non pensano a donne e bambini se sono profughi di guerra. Non hanno famiglia? E perchè non proteggere anche e doverosamente i cristiani perseguitati nelle terre islamiche?  E poi mi domando una cosa…”.

Prego…

“Perchè i paesi islamici che sono loro vicini non li aiutanoe non li accettano? Perchè non trovano ospitalità in quei paesi arabi che sono vicini a loro per cultura, religione, mentalità ? Per quale motivo non migrano da quelle parti? La mia idea è che gli aiuti vadano fatti sul posto. Indubbiamente l’accoglienza è un valore cristiano e noi da cristiani dobbiamo aiutare nel nome del Vangelo della misericordia. Ma questa accoglienza trova un limite nella ragionevolezza , nella misura e soprattutto nel fare in modo che non entrino malintenzionati. Non è pensabile fare  passare tutt i, e poi occorre sempre coniugare il valore della sacrosanta accoglienza col rispetto da parte di chi entra della cultura , della tradizione e della legge del popolo che ospita. Da questo punto di vista concordo col presidente polacco Duda. Un continuo incoraggiamento a venire senza piani chiari non aiuta loro e non aiuta noi”.

Veniamo allo scandalo vaticano, che cosa ne pensa dei due libri di Nuzzi e di Fiittipaldi ?

“Lo ha detto il Papa che si basano su un reato e sono un atto di attacco alla Chiesa non un modo di fare chiarezza.  Poi lasciatemi dire che neppure li ho letti e che ho cose ben più serie ed importanti da leggere e da fare che badare a quei testi”.

Bruno Volpe

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.