Franco Grillini: “Sui gay papa Francesco è incoerente”

Ti è piaciuto? Condividi!

papafrancesco_sguardoaltoR439_thumb400x275“I media tirano il Papa per la tonaca. E poi Bergoglio sia coerente, dice una cosa, ne fa altra”: Franco Grillini, storico presidente onorario di Arcigay va controcorrente e critica Bergoglio dopo le sue parole pronunciate in aereo di ritorno dall’ Armenia, su Chiesa e scuse ai gay.

Grillini, Vendola si è dichiarato soddisfatto, lei?

” Senta. Il Papa non ha detto nulla di veramente nuovo rispetto alla dottrina della Chiesa, che non cambia e non è cambiata. Come al solito, certa stampa, specialmente quella che si dice progressista in Italia, enfatizza e lo tira per la tonaca, strumentalizzandolo, gli fanno dire molto di più di quanto ha detto. E’ successo così anche nel recente passato, e ammesso che sia andato oltre, Bergoglio è incoerente”.

Perchè?

” A parole dice una cosa, nei fatti  l’ esatto opposto. Se davvero le sue parole fossero vere, dovrebbe chiedere scusa con  le opere e richiamare l’ambasciatore gay francese che il Vaticano ha respinto, che bella accoglienza e misericordia. Invece no, ecco la colossale incoerenza. Che logica è mai questa?”.

E allora?

” Dico che siamo rimasti come al solito ancorati nella retorica buonista, forse anche un tantino demagogica, si pronuncia quello che  alcuni vogliono sentirsi dire e che fa forse anche un poco tendenza. Il catechismo rimane lo stesso, la dottrina non cambia. Crederò a Bergoglio quando farà passi reali, le bella parole non servono. La Chiesa cattolica era e rimane una struttura di anziani omofoba. Le parole del Papa lasciano il tempo che trovano e non sono affatto una grande novità. Lo ribadisco: sono dichiarazioni estemporanee, forzate con troppa enfasi dai giornali. Dalla Chiesa cattolica è lecito pretendere, questo sì, maggior chiarezza: o dentro o fuori. Alle parole seguano i fatti”.

Non è cambiato niente?

” Forse i toni, questo magari  sì. In qualche esponente della gerarchia ecclesiastica, penso per esempio all’arcivescovo di Bologna, Monsignor Zuppi noto accenti diversi e non accuso più la violenza verbale di una volta. Indubbiamente questo è un fatto che reputo positivo. Però la sostanza rimane quella. In quanto a Bergoglio gli crederò solo quando sarà davvero coerente con se stesso. Non hanno alcun senso certe dichiarazioni se poi si punisce l’ ambasciatore francese per essere gay o Monsignor Charamsa. Del resto, trovo molto difficile che la dottrina cattolica possa  cambiare, sarebbe come snaturare la stessa Chiesa. E allora non facciamoci illusioni”.

Bruno Volpe

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Un pensiero su “Franco Grillini: “Sui gay papa Francesco è incoerente”

  • Avatar
    4 Luglio 2016 in 13:56
    Permalink

    “Sarebbe snaturare la Chiesa stessa” se la dottrina cambiasse!

    Mai parole più lucide sono uscite da bocca d’uomo negli ultimi anni!
    Se una dottrina CAMBIA lo fa ereticamenteo lo fa inaugurando una nuova religione! Una religione che CAMBIA non è affatto una religione

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.