Il crimininologo Bruno: “Diffusione del Blue Whale colpa anche di mancanze della Chiesa”

Ti è piaciuto? Condividi!

“Concordo con don Sini. Blue Whale ricorda il meccanismo delle sette sataniche. Funziona come l’ Isis.” Lo afferma a La Fede Quotidiana il noto psichiatra e criminologo professor Francesco Bruno.

Professor Bruno, l’ esorcista sardo don Sini ha ravvisato analogie tra Blue Whale e sette sataniche…

” Ha  ragione e concordo con don Sini. Il meccanismo, criminale, ricorda le sette e funziona, cambiando gli obiettivi, come l’Isis”.

Cioè?

” Un  dominante, sceglie , individua e adesca in rete soggetti deboli. Mentre nell’ Isis questa selezione è volta alla istigazione pe compiere atti di terrore, nel Blue Whale si  individuano soggetti disagiati per invogliarli all’ autolesionismo sempre crescente sino a soluzioni estreme. Da questo punto di vista esiste molto in comune con le sette sataniche. Un elemento  è la dominazione da parte di un soggetto forte che poco alla volte sottomette la volontà libera del debole, si perviene dunque ad un dominio assoluto. Per chi è credente, inoltre, questo gioco è contrario alla sacralità sia del corpo, che della vita. Portare uno ad ammazzarsi è  contrario al progetto di Dio. Il vero, grande problema del nostro tempo, è la depsichiatrizzazione. Per un malinteso senso di umanità e di finto progresso si è pensato che i matti non esistessero e che non vanno curati adeguatamente. I risultati sono questi,  ma non basta”.

Prego…

” Tanti ragazzi, a leggere le cronache, sono spinti al Blue Whale. Questo dimostra un fallimento educativo  in famiglia. Se un adolescente trascorre sette, otto ore al giorno davanti al computer da solo denuncia, grida una sofferenza esistenziale e la famiglia che fa? I  genitori, se fossero responsabili  dovrebbero intervenire ed interessarsi. Siamo al fallimento educativo e questo disagio mentale viene individuato scientificamente in rete da persone senza scrupoli, soggetti che diventano dominanti”.

Lei dunque accusa il fallimento educativo..

“Certo.  Affidiamo i figli alla scuola, ma spesso neanche la scuola  riesce a formare. E molte volte  pure la parrocchia non ce  la fa”.

Perchè?

” Perchè spesso e volentieri  oggi la Chiesa non parla a sufficienza della separazione tra bene e male, tra quello che è lecito e quello che non lo è, si limita alla messa e non incide, si cade nel relativismo etico e culturale. Credo che non sarebbe male ridare impulso alla figura del direttore spirituale, ma nessuno pare voglia farlo. In quanto al Blue Whale è una delle risultanti dello sgretolamento della famiglia e prova che i matti esistono e  chi istiga i ragazzi appartiene al gruppo  dei più  pericolosi”.

Bruno Volpe

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.