Angelo Giorgianni: "Papa Francesco mi ha deluso" | lafedequotidiana.it

Angelo Giorgianni: “Papa Francesco mi ha deluso”

Ti è piaciuto? Condividi!

“Deluso dalla Chiesa cattolica. In Italia e nel mondo  in atto un’ emergenza democratica”: gli affondo in questa intervista che ci ha concesso del Magistrato Presidente di Corte di Appello a Messina e fondatore de L’Eretico, dottor Angelo Giorgianni.

Dottor Giorgianni. Lei è critico su come il Governo italiano e di tanti altri Paese stanno affrontando la pandemia. Ultimamente a Napoli ci sono stati scontri. Che ne pensa?

” Da uomo delle istituzioni dissento da ogni sconsiderato atto di illegalità e violenza contro le Forze dell’ Ordine. La protesta non deve sconfinare in atti di illegalità, di teppismo e guerriglia urbana ed è un errore mettere la gente contro la Polizia. Con la stessa franchezza comprendo la disperazione di tanta gente, la paura economica, la rabbia sociale”.

Varie volte relativamente ai dpcm lei ha parlato del reato di sequestro di persona…

” Certo , nutro dubbi sulla loro legalità ed efficacia. Se si impone a soggetti che non sono malati come gli asintomatici di stare chiusi a casa, il reato di sequestro ci sta. Un altro dei punti critici è l’ informazione, tutta a senso unico, con un terrorismo mediatico al fine di impressionare la gente e non si concede spazio al libero confronto. In tv vanno sempre gli stessi virologi graditi al sistema e non altri medici, altrettanto bravi ed autorevoli che hanno idee diverse, le pare normale o funzionale al concetto di libertà e diritto al pluralismo informativo?. Qui vige  un pensiero unico”.

Lei guida  l’ Eretico nato dalla collaborazione col dottor Pasquale Bacco. L’Eretico è ormai una realtà internazionale..

” Noi non siamo contro la scienza, ma vogliamo un dibattito libero, aperti al confronto leale. In questo momento spiacevolmente ci sono due grandi emergenze: una democratica ed una informativa”.

Possibile, lo chiediamo a lei come Magistrato esperto e di lungo corso, che mafia e camorra possano inserirsi in situazioni di ribellione, disagio economico e disperazione sociale?

” Lo ho detto altre volte assieme all’ amico e collega Gratteri. Mafia e camorra, ma altre forme di criminalità organizzata possono strumentalizzare in modo violento questa situazione di rabbia sociale specialmente in zone povere e sobillare. Non dimentichiamo che queste realtà hanno molto denaro e arrivano più velocemente dello Stato. Mi auguro che non si giunga allo scontro ed è bene che ogni forma di protesta sia civile, non violenta e pacifica, senza atti di teppismo e attacchi alle Forze dell’ Ordine”.

Lei è credente, che cosa pensa dell’ attuale posizione della Chiesa cattolica?

” Sono fortemente deluso dalla Chiesa e da questo Papa, non sento più la voce autorevole dei pastori, cosa che invece accadeva col santo Papa polacco Giovanni Paolo II, chiaro nella dottrina  e nelle valutazioni. Non capisco le scelte mirate e le aperture nei riguardi della dittatura cinese  che non viene mai ricordata, eppure in Cina si violano i diritti umani. Questo Papa ha girato la testa e la rotta in altre direzioni. E vista la sua posizione acritica sulla pandemia, penso che sia uno strumento nella mani del Nuovo Ordine Mondiale”.

Bruno Volpe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.