A Padre Pio non è possibile farla impunemente | lafedequotidiana.it

A Padre Pio non è possibile farla impunemente

Ti è piaciuto? Condividi!

A Padre Pio non è possibile farla impunemente. E’ andata non male, malissimo a due  coniugi altamurani che, in trasferta, hanno  osatorubare le offerte contenute nei bussolotti del santuario Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo, il santuario che ospita i resti mortali di Padre Pio. Con un sistema rudimentale, e al contempo ricco di ingegno, i due ” pescavano” dai bussolotti monete e banconote grazie ad una vera lenza con calamita, adesivo e rullino. Però, sono stati visti dal personale di vigilanza e dai frati, immortalati dalle telecamere di sorveglianza e sono stati colti in flagranza di reato mentre continuavano beati la.. pesca, accusati di furto aggravato in concorso. La coppia è stata arrestata e posta a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria associata al carcere giudiziario di Foggia. Non è la prima volta che i due si cimentano in questa impresa. Accadde nel 2016, sempre con Padre Pio, ed anche allora andò male, con arresto. In verità non sono i soli in Puglia. Qualche anno addietro, un sacrista fece la stessa cosa nella Basilica di San Nicola a Bari e fu ugualmente sgamato con relativo arresto. Ai santi e in particolare a Padre Pio, proprio non la si fa.

Bruno Volpe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.