Mons. Schneider sul libro Ratzinger-Sarah: “Ha provocato la rabbia dell’inferno”

 

Monsignor Atanasio Schneider, vescovo ausiliare di Santa Maria ad Astana è intervenuto in merito al libro scritto dal cardinale Robert Sarah con l’ausilio del Papa Emerito Benedetto XVI.

Ecco il testo dell’intervento del vescovo Kazako Mons. Schneider.

*

Dal profondo del cuore, si deve ringraziare Sua Eminenza il Cardinale Robert Sarah per il suo gesto eroico nell’aver scritto il libro “Des profondeurs de nos coeurs” e, soprattutto, per il suo contenuto teologicamente e pastoralmente estremamente chiaro e appropriato.
Con il suo intervento, il cardinale Robert Sarah ha dato voce a molti vescovi, sacerdoti e semplici fedeli in tutto il mondo, la cui voce era stata soffocata da quelle strutture amministrative e gruppi influenti nella vita della Chiesa, che sono applauditi dalla potente rete mondiale dei nemici della fede cattolica – la fede di tutti i tempi.
Alcuni dei nemici della vera fede cattolica e apostolica hanno lanciato un fulmineo attacco contro il cardinale Sarah mediante calunnie e menzogne. Ciò dimostra che l’intervento del cardinale Sarah è stato sia altamente necessario che tempestivo. Si potrebbe dire che l’intervento del cardinale Sarah abbia provocato, per così dire, la rabbia dell’inferno. Si potrebbe anche confrontare l’annuncio del nuovo volume del Cardinale Sarah (e il suo contenuto specifico) con la reazione di shock che Erode, i sommi sacerdoti, gli scribi e l’intera Gerusalemme hanno mostrato all’annuncio da parte dei Magi della nascita del Nuovo Re di Israele.
Il Signore chiede anche a Sua Eminenza il Cardinale Robert Sarah il sacrificio di essere stato purtroppo ed enigmaticamente abbandonato anche da quelle persone che senza ambiguità e senza rispetto umano avrebbero dovuto sostenere lui e il suo intervento.
Si può dire con profonda convinzione che Nostro Signore, la Chiesa di tutti i tempi, i Papi di tutti i tempi e tutti i veri cattolici del nostro tempo, specialmente i “piccoli” nella Chiesa, sono grati a Sua Eminenza e sono vicini a lui!
Si può desiderare che il nostro Santo Padre Papa Francesco sia grato per l’intervento del cardinale Robert Sarah, che ha fatto per amore autentico per la Chiesa. Si potrebbe anche desiderare che Papa Francesco consideri in modo efficace e fruttuoso il contributo del cardinale Sarah, poiché ha spesso incoraggiato la libertà di parola e la pratica di una parresia apostolica .
Con il suo intervento, il cardinale Robert Sarah ha adempiuto solo al suo grave dovere e ha dimostrato di essere stato un vero aiuto per il Papa e, in questo modo, per l’intera Chiesa. Si può credere che, così facendo, non sia stato commosso né dalle lodi né dalle minacce (nec laudibus, nec timore), testimoniando così il simbolismo del colore rosso delle vesti dei cardinali e del loro titolo “Eminenza”.
I “piccoli” nella Chiesa sono sicuramente grati e pregano per Sua Eminenza il Cardinale Robert Sarah.

14 gennaio 2020

+ Atanasio Schneider, vescovo ausiliare di Santa Maria ad Astana

 

Nessun risultato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.