Il cardinale Poletto attacca duramente il neosindaco di Torino Chiara Appendino

PolettoL’arcivescovo emerito di Torino, cardinale Severino Poletto bacchetta il neo sindaco di Torino  Appendino: “Al Gay Pride con fascia tricolore? Una mancanza di rispetto per i cittadini credenti. Vada in privato”. E sul cambio di nome dell’ assessorato alla Famiglia , in alle Famiglie (poi in parte ridimensionato) dice: “Quel mutamento di nome va sia contro la Costituzione che contro la legge naturale e di Dio”.

Eminenza Poletto, il sindaco Appendino ha accettato il cambio del nome dell’ assessorato alla Famiglia con alle famiglie causando mal di pancia vari e quello della  Diocesi..

” Ormai io non sono più vescovo , parlo a titolo personale e non intendo alimentare polemiche. Però sono convinto che è una scelta profondamente sbagliata ed anche arbitraria. La nostra Costituzione parla di famiglia , non indica famiglie ed è tale solo quella formata da un uomo e  una donna uniti nel matrimonio. Per carità, chi non condivide si unisca nelle formazioni che meglio crede, faccia pure, ma non si senta autorizzato ad usare una categoria che non gli compete. Lo ribadisco che la famiglia è solo quella di uomo e donna, le convivenze etero e quelle omosessuali non possono accampare questo nome e titolo e non sono assimilabili alla famiglia naturale”.

La  posizione del sindaco non la ha convinta…

” Da cattolico e da vescovo come posso approvare? La Costituzione della Repubblica è molto chiara, il Vangelo anche”.

Qualche giorno fa il sindaco Appendino, indossando la fascia tricolore, è andato al Gay Pride…

“Una plateale mancanza di stile e di rispetto verso i cattolici di Torino e chi non condive quelle scelte, specie per chi non gradisce la manifestazione. Una volta eletta sindaco, lei lo è di tutti i tornesi, inclusi coloro che non vogliono il Gay Pride. Se ci vuole andare, è padronissima e nessuno lo può impedire, ma lo faccia  titolo privato senza la fascia tricolore, che la impegna come primo cittadino.”.

La Appendino, secondo le cronache, allo spettacolo di Grillo si  sarebbe messa in fila per ricevere grilli caramellati come fossero ostie consacrate, in una parodia della comunione…

” Non lo sapevo questo. Roba di pessimo gusto e persino sacrilega. Evidentemente non conosce il senso e il significato della Eucarestia”

Il Popolo della Famiglia ha scelto di protestare pubblicamente a Torino per la  opzione del sindaco..

” I vescovi sicuramente non possono sostenere partiti o movimenti  politici  e non conosco questa formazione. Però  questa iniziativa mi sembra positiva e  valida. Abbiamo bisogno di sottolineare il ruolo e la importanza della famiglia naturale davanti a  una deriva che pagheranno i bambini di oggi”.

La Chiesa deve chiedere perdono  ai gay?

” Non mi sembra che abbia mai perseguitato gli omosessuali, a dirla tutta, chi li perseguita o peggio uccide, sono i regimi islamici. Magari chiedano perdono loro. Certamente gli omosessuali vanno trattati con misericordia e delicatezza senza discriminazioni, ma non possiamo tacere  la verità e dunque dobbiamo dire che gli atti  omosessuali sono gravemente peccaminosi, a livello oggettivo”.

Bruno Volpe

10 Commenti

  1. Paolo P.
  2. giuseppe simeone
  3. Daniele Valabrega
    • Severo
    • paolo v.
    • paolo v.
  4. Andrea
  5. Ludovico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *