Il cardinale Poletto attacca duramente il neosindaco di Torino Chiara Appendino

Ti è piaciuto? Condividi!

PolettoL’arcivescovo emerito di Torino, cardinale Severino Poletto bacchetta il neo sindaco di Torino  Appendino: “Al Gay Pride con fascia tricolore? Una mancanza di rispetto per i cittadini credenti. Vada in privato”. E sul cambio di nome dell’ assessorato alla Famiglia , in alle Famiglie (poi in parte ridimensionato) dice: “Quel mutamento di nome va sia contro la Costituzione che contro la legge naturale e di Dio”.

Eminenza Poletto, il sindaco Appendino ha accettato il cambio del nome dell’ assessorato alla Famiglia con alle famiglie causando mal di pancia vari e quello della  Diocesi..

” Ormai io non sono più vescovo , parlo a titolo personale e non intendo alimentare polemiche. Però sono convinto che è una scelta profondamente sbagliata ed anche arbitraria. La nostra Costituzione parla di famiglia , non indica famiglie ed è tale solo quella formata da un uomo e  una donna uniti nel matrimonio. Per carità, chi non condivide si unisca nelle formazioni che meglio crede, faccia pure, ma non si senta autorizzato ad usare una categoria che non gli compete. Lo ribadisco che la famiglia è solo quella di uomo e donna, le convivenze etero e quelle omosessuali non possono accampare questo nome e titolo e non sono assimilabili alla famiglia naturale”.

La  posizione del sindaco non la ha convinta…

” Da cattolico e da vescovo come posso approvare? La Costituzione della Repubblica è molto chiara, il Vangelo anche”.

Qualche giorno fa il sindaco Appendino, indossando la fascia tricolore, è andato al Gay Pride…

“Una plateale mancanza di stile e di rispetto verso i cattolici di Torino e chi non condive quelle scelte, specie per chi non gradisce la manifestazione. Una volta eletta sindaco, lei lo è di tutti i tornesi, inclusi coloro che non vogliono il Gay Pride. Se ci vuole andare, è padronissima e nessuno lo può impedire, ma lo faccia  titolo privato senza la fascia tricolore, che la impegna come primo cittadino.”.

La Appendino, secondo le cronache, allo spettacolo di Grillo si  sarebbe messa in fila per ricevere grilli caramellati come fossero ostie consacrate, in una parodia della comunione…

” Non lo sapevo questo. Roba di pessimo gusto e persino sacrilega. Evidentemente non conosce il senso e il significato della Eucarestia”

Il Popolo della Famiglia ha scelto di protestare pubblicamente a Torino per la  opzione del sindaco..

” I vescovi sicuramente non possono sostenere partiti o movimenti  politici  e non conosco questa formazione. Però  questa iniziativa mi sembra positiva e  valida. Abbiamo bisogno di sottolineare il ruolo e la importanza della famiglia naturale davanti a  una deriva che pagheranno i bambini di oggi”.

La Chiesa deve chiedere perdono  ai gay?

” Non mi sembra che abbia mai perseguitato gli omosessuali, a dirla tutta, chi li perseguita o peggio uccide, sono i regimi islamici. Magari chiedano perdono loro. Certamente gli omosessuali vanno trattati con misericordia e delicatezza senza discriminazioni, ma non possiamo tacere  la verità e dunque dobbiamo dire che gli atti  omosessuali sono gravemente peccaminosi, a livello oggettivo”.

Bruno Volpe

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

10 pensieri riguardo “Il cardinale Poletto attacca duramente il neosindaco di Torino Chiara Appendino

  • Avatar
    19 Luglio 2016 in 23:37
    Permalink

    ma questo vescovo, del quale condivido tutto, non mi sembra molto in sintonia con il vescovo di Roma …

    Rispondi
  • Avatar
    21 Luglio 2016 in 7:08
    Permalink

    La posizione del Vescovo è perfetta.L’Appendino faccia qualche riflessione di buon senso.

    Rispondi
  • Avatar
    21 Luglio 2016 in 15:39
    Permalink

    Gent. Cardinale Poletto, dopo questa affermazione l’unica cosa buona che lei puo’ fare di buono e’ dimettersi. Lei da questo momento non e’ piu’ il mio vescovo. Chi parla in questo modo non puo’ rappresentare degnamente i cattolici. La prego di andarsene subito e di chiedere perdono a Dio confessandosi. Le auguro che almeno la misericordia di Dio la perdoni per questa sua infelice affermazione. Si vergogni e faccia penitenza come ci chiede da tempo la Vergine nei suoi messaggi ai veggenti. Se ne vada e si penta.

    Rispondi
    • Michele M. Ippolito
      21 Luglio 2016 in 16:46
      Permalink

      Vedo che Lei è tanto attenta alle vicende ecclesiali da non sapere che il cardinale Poletto è arcivescovo emerito da tempo… Lo sa chi è il suo arcivescovo già da un po’, vero?

      Rispondi
    • Avatar
      21 Luglio 2016 in 19:47
      Permalink

      Daniele Valabrega ma cosa stai dicendo? Ma di cosa il cardinal Poletto dovrebbe vergognarsi e addirittura confessarsi.? Sii per favore specifico. E non scrivere con livore, usa amore. Con rispetto

      Rispondi
    • Avatar
      22 Luglio 2016 in 21:22
      Permalink

      Scusi Daniele alle ultime elezioni come sindaco ha votato Castellani o Chiamparino ? Critichi pure mons. Poletto se crede, ma prima si dia una rinfrescata sulla attualità altrimenti uno di questi giorni potrebbe chiedere le dimissioni di san Massimo.

      Rispondi
    • Avatar
      30 Luglio 2016 in 22:21
      Permalink

      Daniele, ma che cavolo dici, ma chi sei per chiedere ad un cardinale di dimettersi!!!
      Deformazione grillina, vi hanno impestato il cervello, svegliatevi, vi siete rinco…..g….ti, peggio dei testimoni di jeova.
      paolo v.

      Rispondi
    • Avatar
      30 Luglio 2016 in 22:31
      Permalink

      Comunque deve essere una fissa di voi 5 stelle, siete al governo da un mese nel comune di chioggia è l’ unico pensiero che avete fatto passare fino ad ora è la riapertura delle case chiuse, come se fosse l’unico problema di chioggia…. restando in tema avete proprio una testa di c……
      paolo.v

      Rispondi
  • Avatar
    22 Luglio 2016 in 19:17
    Permalink

    La sindaca Appendino non ha partecipato alla sacrilega scimmiottatura della comunione (adducendo la scusa che stava allattando, ma più per equilibrismi politici: conscia che era una stupidata non poteva offendere il suo capo). Se il cardinale Poletto su alcuni temi può avere ragione su altri il vangelo (e la Bibbia) sono molto critici nei confronti dei politici corrotti che ingrassano a spese dei poveri. Vorrei analoghe prese di posizione anche verso costoro e questi partiti…

    Rispondi
  • Avatar
    14 Febbraio 2017 in 20:53
    Permalink

    Da agnostico sostengo che i tempi e la concezione di “giusto” o “sbagliato” siano cambiati. Se é vero che (come spesso dite per scusarvi) “la bibbia va interpretata” allora bisogna saper riconoscere quali concetti sono superati o vanno superati. Due uomini o due donne che si amano e fanno l’amore e sono felici non recano alcun danno a nessuno e pertanto non peccano perché se non sbaglio “dove c’é amore c’é Dio” e di conseguenza dove c’é dio non c’é peccato (altrimenti il vostro dio é alquanto ambiguo e impotente). A chi sta pensando a qualche passo della Bibbia che smentisca le mie affermazioni consiglio di leggere nel levitico per rendersi conto di quanto il suddetto libro possa essere oggettivamente antico e superato (chi giá conosce il levitico e la vede diversamente probabilmente é anche convinto che durante le mestruazioni le donne siano letteralmente “impure” così come gli oggetti macchiati dal demonio -demonio che oggi chiamiamo “muffa”-)
    La veritá é che la bibbia non é una fonte di veritá.
    La veritá é che i bambini che vivono in famiglie omogenitoriali sono felici e sani come gli altri e a dirlo non sono io ma gli psicologi e psichiatri che studiano il fenomeno che sono nettamente più preparati sull’argomento di chiunque (compreso il Cardinal Poletto, che di famiglia non ne ha neanche creata una e non sa cosa sia crescere un bambino)
    Prima di parlare informarsi: l’incoerenza non é caratteristica tipica di chi diffonde la veritá.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.