New Orleans, l'arcivescovo ha fatto bruciare l'altare su cui un prete ha effettuati atti sessuali | lafedequotidiana.it

New Orleans, l’arcivescovo ha fatto bruciare l’altare su cui un prete ha effettuati atti sessuali

Ti è piaciuto? Condividi!

L’arcivescovo di New Orleans, Usa, Gregory Aymond ha dichiarato di aver fatto bruciare l’altare su cui un sacerdote di Pearl River aveva effettuato atti sessuali nel corso di un incontro con due “dominatrici”. I tre avevano usato luci, videocamere e sex toys e sono stati tutti arrestati.

Monsignor Aymond ha definito il reverendo Travis Clark “demoniaco” e “deplorevole” per quanto fatto sull’altare della parrocchia dei Santi Pietro e Paolo la notte del 30 settembre. Nell’occasione, un parrocchiano si era insospettito vedendo le luci della chiesa ancora accese e, tramite la finestra, aveva visto Clark, ancora vestito da prete, effettuare atti sessuali con le due donne. Ha, dunque, chiamato la polizia, che è subito intervenuta.

Aymond ha rimosso Clark dal suo ministero subito dopo l’arresto, insieme ad un altro sacerdote che aveva recentemente ammesso di aver abusato un ragazzino nel dicembre 2013. “Condivido la vostra raggia ed il sentimento di tradimento – ha dichiarato l’arcivescovo – Abbiamo molti buoni sacerdoti e sono addolorato che essi siano additati per le azioni di pochi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.