Monsignor Pieronek: "Europa a rischio islamizzazione" | lafedequotidiana.it

Monsignor Pieronek: “Europa a rischio islamizzazione”

Ti è piaciuto? Condividi!

Pieronek“Non escludo che possa esserci un piano per cancellare la identità dell’ Europa, collegato al flusso di migranti”. Lo dice Monsignor Tadeusz Pieronek, vescovo polacco molto influente e già Segretario Generale della potente Conferenza Episcopale polacca. Con lui parliamo di immigrazione dopo i recenti attentati di Bruxelles.

Eccellenza  Pieronek che impressione ha ricevuto dopo i fatti del Belgio?

”  Sono sconvolto, come tutti. Questi atti sono la derivazione di odio, fanatismo, e della idea errata di religione. Non è pensabile uccidere nel nome di Dio, una bestemmia. L’Occidente  da molta parte degli islamici è visto come nemico e questo abbiamo il dovere di considerarlo. Certamente esistono  islamici bravi e non violenti, e con loro dobbiamo dialogare e  convivere, ma per  tanti di loro eravamo e siamo infedeli da sottomettere”.

Da che cosa dipende tutto questo?

” Non credo che sia corretto fare la distinzione tra Islam buono e Islam cattivo. L’ Islam si basa sul Corano  un testo nel quale la violenza esiste ed è contemplata. Semmai esistono singoli islamici buoni e cattivi come dappertutto. Questo non elimina il mio giudizio sul Corano che è la base dell’  Islam, siamo al cospetto di un libro nel quale si predica  la sottomissione con la forza degli altri, tra i quali ci sono i cristiani”.

Il fenomeno terrorismo è legato per lei alla migrazione?

” Cinquanta anni fa, lo ricordo molto bene, alcuni paesi europei come Germania, Austria e Belgio hanno fatto entrare per motivi economici tanti islamici alla ricerca del lavoro e i risultati li vediamo tristemente oggi. Io credo che ci sia un rischio di islamizzazione nel continente europeo, una sorta di invasione insidiosa da non sottovalutare. Mentre gli islamici pregano cinque volte al giorno e sono costanti nella loro fede, i cristiani, meglio l’ Europa, ha smarrito le sue radici e non ha il coraggio di manifestare  in pubblico la fede e di testimoniarla nella vita di ogni giorno. Viviamo come se Dio non esistesse,  i Dieci Comandamenti sono ignorati alla pari del catechismo  e ciascuno si fa la sua verità. Dio è il grande assente del momento. La sola vera risposta all’ Islam, senza scontri di civiltà, è il rafforzamento della identità cristiana”.

E allora?

” Come dicevo corriamo il rischio della islamizzazione. Noi per loro siamo degli infedeli. Non escludo affatto che dietro questi enormi flussi migratori si nasconda un piano studiato per cancellare le origini e la identità del continente europeo, un piano gradito e probabilmente promosso  da grandi potenze e dalla finanza. Chiudere le frontiere è un errore, però qualche cosa va fatta realisticamente”.

Possiamo accogliere  tutti?

” L’ accoglienza e la solidarietà sono valori cristiani da coltivare e non possiamo negare questo a chi soffre. Penso ai polacchi e dico loro che non devono dimenticare quando emigravano e  cercavano aiuto. Tuttavia occorre controllare i flussi migratori in modo responsabile. Chi è in grado di eslcudere che tra i migranti non si nascondano anche terorristi? Allora, bisogna avere cautela nell’ accogliere e senso di responsabilità, usare criterio”.

Che messaggio si lancia lavando i piedi il Giovedì Santo a migranti magari di fede islamica o donne?

” Capisco la domanda. Pastoralmente il messaggio è chiaro e forse accettabile.  Unisco la lavanda dei piedi ai migranti con quella alle donne, come deciso ultimamente. La  Congregazione per il culto divino, sulla lavanda dei piedi alle donne ha detto che non è obbligatoria e pertanto non siamo tenuti a seguirla. Io non la faccio, resto fedele alla tradizione. Su questi punti dico: possiamo lanciare, senza volerlo, messaggi  sbagliati. Per certi cambiamenti occorre tempo e senso di responsabilità, ci ripensino.  Potrebbe leggersi una simile prassi come sottomissione cristiana . Non possiamo cambiare per cercare consensi o popolarità””.

Pio XII,  lo farebbe santo?

” Se lo elevassero alla gloria degli altari sarei sicuramente felice, ma non tocca  a me decidere. Io so che quel  Papa è vittima di pregiudizio comunista e di parte del mondo ebraico. Quando tutti i documenti saranno pubblicati si vedrà che egli al contrario salvò tante vittime  tra gli ebrei. Probabilmente  certi ambienti ebraici sono capaci di arrivare dove gli altri non riescono. Ma sulle canonizzazioni credo fortunatamente che tocch soloi alla saggezza della Chiesa decidere e non spetti nessuna  valutazione previa  al mondo ebraico al quale si deve certamente rispetto”.

Bruno Volpe

Michele M. Ippolito

Michele M. Ippolito

Direttore di LaFedeQuotidiana.it

5 pensieri riguardo “Monsignor Pieronek: “Europa a rischio islamizzazione”

  • Avatar
    28 Marzo 2016 in 10:46
    Permalink

    Il piano segreto che cita monsignor Pieronek, e’ quello ordito dalle ur- lodges o meglio massoneria del governo unico mondiale, che trae ispirazione dal piano kalergi, che prevede una trasformazione dell’Europa in un popolo meticcio, con la scomparsa delle identità nazionali per un efficace controllo dei popoli, ed in ultima analisi con l’islamizzazione, distruggere con un’alleanza tra massoneria ed islam il cristianesimo dalla faccia della terra. Ma NON PRAEVALEBUNT.

    Rispondi
    • Avatar
      29 Marzo 2016 in 13:39
      Permalink

      Spero proprio che non potranno prevalere.
      Certamente, noi cristiani abbiamo un’arma infallibile: la preghiera.
      Infatti, ci sono cose belle e cose brutte, ma tutto ciò che accade è permesso da Dio.
      Quindi preghiamo che il Cristianesimo non venga dissolto.
      Forse potrà accadere il miracolo che farà capire ai mussulmani che non diventeranno padroni dei Cristiani uccidendoli tutti, ma, piuttosto, saranno gli schiavi dei potenti del “nuovo ordine”. Chissà… Si potrebbero sembre convertire al Cristianesimo, se lo potessero capire….

      Rispondi
  • Avatar
    30 Marzo 2016 in 9:10
    Permalink

    Cosa possiamo fare?. Se Dio non difende il suo popolo, è perché noi lo ignoriamo,anzi non lo vogliamo e rinneghiamo addirittura le nostre radici. Vengano pure gli islamici con il terrore e il Corano. A questi infami anticristi di questo tempo io dico.
    Se Gesù è Dio, come noi crediamo, allora la Chiesa Cattolica vincerà e tutti quelli che la odiano, saranno confusi e allibiti della Sua potenza e si faranno una semplice domanda, per chi abbiamo combattuto?.Cari fratelli dei cosiddetti poteri forti, illusi di comandare il mondo, per favore concentratevi sul vostro orologio, sulla vostra agenda e sul vostro calendario appeso al muro, concentratevi sul tempo e sullo specchio. Il tempo concessovi da Dio, si va consumando, non siete”dei” senza l’adozione meritata i da Gesù. Il futuro? L’inferno insieme con i demoni che avete servito e che vi odiano profondamente, sfogheranno su di voi il Paradiso perduto. Ma che hanno ottenuto i cattivi di tutte le ere?. Tremate maledetti! E convertitevi finché vi resta tempo.

    Rispondi
    • Avatar
      2 Dicembre 2019 in 2:54
      Permalink

      Forse se studiate la storia delle Crociate non vi esprimereste così con tanto odio! Anche l’esercito mandato da Papa Urbano I marciò verso la Terra Santa in nome di Gesù Cristo per uccidere gli Arabi compresi donne e bambini.. non è forse vero?? questa è la storia ufficiale miei cari signori dettomi da amici laureati nel lontano 1935 dove le Crociate furono dibattito di esami. La storia racconta con tanto di documenti che Papa Urbano I screditò i Musulmani descrivendoli come selvaggi pericolosi per i Cristiani ma poi si seppe che erano voci infondate! La verità signori va detta ok?? Disse Salomone alla regina di Saba che Dio odiava una bocca Bugiarda!! La Chiesa ha sempre tentato di impadronirsi della Terra Santa per la loro ricchezza e se ci sono attentati dicono gli anziani che hanno vissuto molto più di noi e hanno studiato 60 anni fa che la colpa è solo della Chiesa Cattolica, seguono poi altri Stati!!

      Rispondi
  • Avatar
    25 Agosto 2018 in 15:01
    Permalink

    Non per niente la UE ha rinnegato le matrici crisiane del continente europeo forte soprattuto nei prsi nordici…basta vedere le bandiere di ogni singolo dtato.. ..

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.