Monsignor Bregantini: “Il M5S incompatibile con i valori cattolici”

Ti è piaciuto? Condividi!

“Famiglia assente nel cosiddetto contratto di governo. Cinque Stelle? Incompatibili con i valori cattolici”: l’ affondo è in questa intervista che ci ha rilasciato, di Monsignor Giancarlo Bregantini, vescovo di Campobasso- Boiano.

Eccellenza Bregantini, a Roma sono comparsi manifesti pro vita ed anti aborto, ma l’ amministrazione comunale capitolina, che  è 5 Stelle ha protestato. Che ne dice?

” Penso che sia una  manifestazione di intolleranza. Certo, si può  discutere su alcune frasi forti usate nei manifesti, però la sostanza di fondo è che occorre sempre dare sostegno alla vita e mai toglierlo”.

Eppure in Italia si fanno sempre meno figli e la popolazione invecchia…

”  Il vero e grande problema del nostro Paese si chiama culle vuote o bassa natalità, che è una emeregenza e se non apriamo gli occhi sarà sempre peggio. Occorre coraggio e capacità di saper osare in tutto. Dio ci ha dato la vita che è sacra dal momento del concepimento sino alla sua  fine naturale e nessuno ne può disporre. Sembra che qui da noi il problema dei problemi sia lo spread o la borsa. No, il nodo ed insisto, è la famiglia e soprattutto la bassa natalità”.

Nel cosiddetto contratto di governo tra Lega e M5S, di fatto, la famiglia non appare…

” Vero,  quello che lei dice risponde a verità.  E mi sembra grave. Al contrario, la politica ha il dovere di intervenire e di aiutare la famiglia in ogni modo possibile. Tutto nasce da questo e le famiglie numerose, date retta a me, sono belle ed un valore aggiunto”.

Talvolta si invoca l’ aborto come libertà…

” L’ aborto non è libertà, mai. La vita deve essere inquadrata in  termini di verità  e la protezione della vita è verità,oltre che coraggio. Bisogna avere una mente aperta alla vita che  sboccia ed anche certamente a quella delle persone malate ed anziane, da non scartare mai. L’ aborto,  oltre che sopprimere un essere umano il quale avrebbe diritto a vivere, danneggia la donna. La scelta abortiva la ferisce, spesso in modo irreparabile”.

Da un punto di vista della compatibilità ai principi non negoziabili e alla dottrina cattolica che cosa pensa dei 5 Stelle?

” A mio avviso non sono compatibili con la morale cattolica. Spesso, da quello che sento e leggo, sono di basso profilo. Un problema grande”.

Bruno Volpe

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

17 pensieri riguardo “Monsignor Bregantini: “Il M5S incompatibile con i valori cattolici”

  • Avatar
    31 Maggio 2018 in 2:44
    Permalink

    articolo 17 del contratto di governo tra Lega e MoVimento 5 Stelle
    17. POLITICHE PER LA FAMIGLIA
    È necessario rifinanziare gli Enti Locali dando priorità al welfare familiare (come ad esempio il sostegno per servizi di asilo nido in forma gratuita a favore delle famiglie italiane e straniere residenti in Italia da almeno 5 anni, le politiche per le donne, per gli anziani e la terza età, il sostegno alle periferie), in un’ottica di sinergia tra tutte le componenti dello Stato per raggiungere gli obiettivi di sviluppo economico di qualità e per far uscire il Paese dalla crisi economica.
    Occorre introdurre politiche efficaci per la famiglia, per consentire alle donne di conciliare i tempi della famiglia con quelli del lavoro, anche attraverso servizi e sostegni reddituali adeguati. Inoltre, è necessario prevedere: l’innalzamento dell’indennità di maternità, un premio economico a maternità conclusa per le donne che rientrano al lavoro e sgravi contributivi per le imprese che mantengono al lavoro le madri dopo la nascita dei figli.
    Occorre introdurre agevolazioni alle famiglie attraverso: rimborsi per asili nido e baby sitter, fiscalità di vantaggio, tra cui “IVA a zero” per prodotti neonatali e per l’infanzia.
    Importante attenzione va posta anche nei confronti della terza età con provvedimenti volti ad agevolare le famiglie con anziani a carico, compresa l’assistenza domiciliare anche tramite colf e badanti.
    Diritto di famiglia
    Nell’ambito di una rivisitazione dell’istituto dell’affidamento condiviso dei figli, l’interesse materiale e morale del figlio minorenne non può essere perseguito se non si realizza un autentico equilibrio tra entrambe le figure genitoriali, nel rapporto con la prole. Pertanto sarà necessario assicurare la permanenza del figlio con tempi paritari tra i genitori, rivalutando anche il mantenimento in forma diretta senza alcun automatismo circa la corresponsione di un assegno di sostentamento e valutando l’introduzione di norme volte al contrasto del grave fenomeno dell’alienazione parentale.
    È necessario riorganizzare e semplificare il sistema delle adozioni nazionali e internazionali.
    Pensione di cittadinanza
    È necessario assegnare una pensione di cittadinanza a chi vive sotto la soglia minima di povertà.
    La nostra proposta è rappresentata da un’integrazione per un pensionato che ha un assegno inferiore ai 780,00 euro mensili, secondo i medesimi parametri previsti per il reddito di cittadinanza.

    Rispondi
  • Avatar
    31 Maggio 2018 in 6:10
    Permalink

    Sì certo… monsignore, però lei dov’era mentre il PD votava leggi a favore del matrimonio tra omosessuali con possibilità di adozione? Lei dov’era quando il PD votava la legge che ha aperto in Italia le porte all’eutanasia? Ah già.. perché il PD invece è compatibile con i valori cattolici!!? Mai, dico MAI una parola da parte dei Vescovi italiani contro queste leggi CHIARAMENTE contrarie alla morale cattolica. E’ evidente che la massoneria ecclesiastica ormai fa il bello e il cattivo tempo. Gran parte dei Vescovi italiani non obbediscono più alla loro coscienza ma ai diktat di Bruxelles.

    Rispondi
    • Avatar
      1 Giugno 2018 in 8:28
      Permalink

      La morale cattolica… La morale cattolica è inesistente come gli esseri invisibili, lo si capisce dal fatto che non ci sia stata neanche una manifestazione a Roma dei cattolici contro i preti pedofili e la gerarchia ecclesiastica che li copriva.

      Rispondi
  • Avatar
    31 Maggio 2018 in 8:16
    Permalink

    Ma questi vescovi che ora sbraitano contro Lega e M5S dov’erano quando il PD approvava leggi a favore del matrimonio/adozioni gay e a favore di pratiche eutanasiche, chiaramente contrarie alla morale cristiana?
    Ormai è chiaro che la massoneria ecclesiastica impera e la maggior parte dei vescovi italiani, consapevoli o non, stanno obbedendo prima a Bruxelles che al Vangelo di Cristo.

    Rispondi
  • Avatar
    31 Maggio 2018 in 10:43
    Permalink

    Buongiorno, son Vincenzo e scrivo per chiedere se non vi vergognate luridi impostori di irretire dei poveri deficienti quali sono i cattolici! Schifosi pedofili, immondi esseri, siete la feccia della società, parassiti, la vera vergogna siete voi e le vostre madri, per non parlare dei padri.. fate schifo, bastardi. quanti bambini ha violentato quello schifoso di Brigantini.. e tu, becero portavoce ne sei complice; ti auguro che se mai tu avessi figli, vengano abusati da questi portatori di male e zizzania; sei un povero mentecatto al servizio della più becera organizzazione malefica! ti auguro di crepare il più velocemente possibile affinchè il danno che porti all’umanità con la tua presenza, si limiti;

    Rispondi
  • Avatar
    31 Maggio 2018 in 14:44
    Permalink

    in che senso? siete contro San Francesco e gli ultimi? e gli esclusi?
    e così volete dire che siete con gli speculatori i criminali ed i mafiosi?

    Rispondi
  • Avatar
    31 Maggio 2018 in 16:36
    Permalink

    Non capisco questo commento portato oggi. Sono esattamente 50 anni che una parte politica è in guerra con tutto ciò che riconduce a quel tassello fondamentale della Società che si chiama “Famiglia”, si è riusciti a distruggerlo senza che ci fossero alzate di scudi o prese di posizione cosi nette ed indirizzate. Oggi si parla di famiglia, con una situazione particolare in essere e si indica una forza politica quale responsabile di essere contro i valori Cattolici! Mi pare una cosa infida, pilotata, chiesta da qualche controparte politica, Insomma direi semplicemente “vergognosa” ed infingarda. Potrei rispondere in tanti modi, pederastia, arricchimento, sottrazioni di beni comuni, pedofilia, etc. etc. cose tutte contro i valori Cattolici, No, non allargo il discorso perché la chiesa è in crisi e non mi piace affondare il dito nella piaga. Monsignore, io ho e rispetto i valori che lei richiama, ma non perché la Chiesa me ne da l’esempio, solo perché i miei genitori lo hanno fatto. lei per mia fortuna non lo è!

    Rispondi
  • Avatar
    31 Maggio 2018 in 16:59
    Permalink

    Gentile e Rev.mo Mons. Bregantini, dopo aver letto tutti gli improperi rivolti alla sua persona, dei quali non non condivido la forma triviale da postriboli né, interamente, la sostanza, ho riflettuto molto prima di indurmi a formulare questa osservazione. A lei non sfuggirà la drammatica situazione morale e socio-economica in cui l’era-età contemporanea in cui viviamo è spesso causa di pulsioni emotive che a persone, poco o affatto educate, induce ad esplodere nelle forme più riprovevoli che la mente umana possa concepire. Un motto proverbiale del mio paese (sono originario di Rionero un bel paese dell’Alto Molise) recita: “la fame caccia il lupo del bosco” Dopo la suesposta premessa vengo al mio commento. La Chiesa è ampiamente autorizzata ….”a fare politica”, perché ogni manifestazione dell’agire umano incide inevitabilmente sulla politica, ma non lo è (a mio parere) a farla in senso… partitico. Le può ben muovere critiche ai vari partiti, ma solo dopo avere deposto…le insegna pastorali Vescovili….”l’infula del Dio” di cui si proclama Ministro… può trattare tali argomenti a titolo personale, ma se lo fa da Ministro di Dio, è opportuno, se non indispensabile valutare le situazioni ed usare… termini concilianti. Non si può sollevare un vespaio ed evitare di essere punti. Vede, la Chiesa è maestra di insegnamenti morati oltre che dottrinari, ed ovviamente , di indirizzo dell’agire etico (per dirla breve …il suo strumento è la parola) la politica, invece, è la scienza dell’agire…e “tra il dire ed il fare -come si suol dire- c’è di mezzo il mare”…e nel caso dell’Italia c’è un oceano. La politica ha bisogno certamente di programmazione, ma anche di risorse, …e la programmazione va rapportata alle risorse. E veniamo alla politica della famiglia: la famiglia è messa in crisi non dalla politica (o almeno non solo dalla politica per quanto, marginalmente possibile) ma dalla decadenza dei valori morali che ha colpito ogni ceto sociale, dalla sensualità incontrollata (o meglio controllata anche con sistemi..maltusiani).. e la Santa Romana Chiesa certamente non è esente…: Lei ed io potremmo trovare comprensione, ma n on giustificazione nella parole….” spiritus prontus est caro, vero, infirma” ma i cristiani che “Voi” definite “all’acqua di rose” non la pensano così e. .. “Vi”sbattono in faccia del devianze degli ecclesiastici con la scitta: “medice cura te ipsum”. Lei conosce meglio di me la devianze morali di alcuni alti politici ex-democristiani che la Chiesa, fa finta di non sapere, che ossequia e riceve in pompa magna, che circuisce in occasione di programmazioni e/o proposte di legge atta ad incidere sulla sfera dei diritti e dei dati sensibili della persona umana… e “tutto anche se non va bene, viene criticato in sordina,,, e si meraviglia della mancata critica da pare di un potere laico per un manifesto di dubbia o insignificante potenzialità. E di questo fa carico al Movimento 5Stelle…. ma allora i quattrro/quinti dell’Italia è eticamente compromesso e lei è un Pastore di Lupi, travestiti da pecore. Suvvia il popolo italiano ancora manifesta un briciolo si spiritualità…adoperiamoci tutti affinché questo lumicino di fede non si spenga. Se ha rimostranze da fare le presenti a chi negli ultimi venti anni ci ha mal governato, ma se lo farà lo faccia con cautela…dando a noi tutti un esempio paradigmatico di buon comportamento. La aluto con riverenza e cordialità.

    Rispondi
    • Avatar
      31 Maggio 2018 in 17:27
      Permalink

      più che “moderare” il mio commento, che ho cercato di contenere nei limiti della riverenza verso il Prelato e dell’educazione verso il cittadino, dovreste moderare le vostra affermazioni o le parolacce postate all’indirizzo del presule. Sono una persona “quasi” per bene e so contenere le mie emozioni e le mie pulsioni. Se avessi saputo che mi avreste “corretto” il compito,,, non lo avrei svolto; non vi smentite mai e per questo motivo vi …buscate… quelle ingiurie. ed ora vi autorizzo a… “moderarmi”

      Rispondi
  • Avatar
    31 Maggio 2018 in 22:22
    Permalink

    Caro bregantini se per lei m5s è un movimento anticattolico, mi deve dire qual è il partito dei cattolici, se ancora c’è ne sono di cristiani dopo bergoglio

    Rispondi
  • Avatar
    1 Giugno 2018 in 0:46
    Permalink

    Io direi alla persona che ha postato il commento con il nome di Ambrogio di convertirsi all’ educazione e al rispetto delle persone

    Rispondi
    • Avatar
      1 Giugno 2018 in 11:57
      Permalink

      Non mi pare che il Sig. Ambrogio sia uscito…dalle righe, mi pare, piuttosto che abbia espresso un parere da buon cristiano e, comunque, da persona educata. La Chiesa odierna non è più quella di Pio XII e forse non potrebbe esserlo perché un falso concetto di progresso ha travolto i valori morali che costituivano il supporto di quella società, ma certamente la Chiesa di oggi, che pure ha intuiti che un certo cambiamento è più che opportuno, si posta abbastanza fuori di una tradizione che, per lunghi secoli, l’ha posta su un candelabro come punto di riferimento per l’agire morale….. le conversione l’ha fatta la Chiesa… e le devianze…. purtroppo ne oscurano la vera missione che le fu affidata con il “mandato Petrino”

      Rispondi
  • Avatar
    1 Giugno 2018 in 9:11
    Permalink

    Caro vescovo,
    Certo che è molto triste osservare che, anche nel suo ambito, si apre bocca dandole fiato!
    Secondo lei, il reddito di cittadinanza fortemente voluto da sempre dal m5s, non è un potente supporto alla famiglia?

    Rispondi
  • Avatar
    2 Giugno 2018 in 9:20
    Permalink

    Date a Dio ciò che e di Dio ed a Cesare ciò che è di Cesare. Questo dice il Vangelo. E’ stano che debbano osservarlo i fedeli e non alcun Pastori.

    Rispondi
  • Avatar
    4 Giugno 2018 in 15:56
    Permalink

    Il problema di fondo è la promiscuità sessuale. La totale assenza di dibattito sulle virtù conformi ad una vita sana e fortificante come la castità

    Rispondi
  • Avatar
    6 Giugno 2018 in 11:02
    Permalink

    Non Occorre Vestirsi di Carnevale per Dimostrare di essere Cattolici*****!!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    7 Giugno 2018 in 19:26
    Permalink

    PD e FI nei decenni hanno sempre aiutato la chiesa mediante esenzioni fiscali, regali e finanziamenti di qualunque tipo. Il tutto per ricevere in cambio i loro favori alle urne e ammansire quante più persone possibile, spingendoli a votare criminali, evasori fiscali e puttanieri. Brutta cosa per la chiesa, quando il popolo si stanca di vivere sottomesso come piace a loro e decide di ribellarsi. La chiesa spinge il popolo alla sottomissione, nella certezza che dopo questa vita, ce ne sarà un’altra dove i poveri avranno tutto e i ricchi cattivi andranno all’inferno.
    Qualcuno può testimoniare queste cose o bisogna rischiare una vita inutile?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.