La vita dell'esorcista padre Gabriele Amorth diventerà oggetto di vari film | lafedequotidiana.it

La vita dell’esorcista padre Gabriele Amorth diventerà oggetto di vari film

Ti è piaciuto? Condividi!

La Sony Screen Gems ha acquisito i diritti esclusivi sulla vita di padre Gabriele Amorth, il celebre sacerdote modenese che ha praticato decine di migliaia di esorcismi presso la diocesi di Roma, città dove è morto il 16 settembre 2016.
Mike Fleming Jr, di Deadline, riferisce che fanno parte dell’accordo siglato anche i diritti dei suoi due saggi, che sono diventati dei bestseller internazionali, Un esorcista racconta e Nuovi racconti di un esorcista.
Proprio grazie al successo di questi testi, padre Amorth era diventato l’esorcista di riferimento di diversi mass media, tanto da diventare il soggetto di centinaia di interviste radiotelevisive e online.
Padre Amorth, che faceva parte della Società San Paolo (dopo un passato da partigiano cattolico premiato con la Croce di guerra al valor militare) e si era formato alla scuola di padre Candido Amantini, uno dei più autorevoli esorcisti della Scala Santa a Roma, ha lasciato come prezioso testamento teologico-pastorale una raccolta di resoconti dettagliati delle sue battaglie contro i diavoli e da queste informazioni si cercherà di tirar fuori dei film e creare un franchise di genere.
I produttori della Screen Gems, che è una compagnia statunitense sussidiaria della Sony Pictures Entertainment, hanno capito che i thriller con sfondo demoniaco hanno maggiori probabilità di successo al botteghino se si basano (anche parzialmente) su storie reali, come è stato per The Amityville Horror, film per il quale gli sceneggiatori si sono ispirati alla casa di 112 Ocean Avenue di Long Island dove, nel 1975, a quanto pare, la famiglia Lutz fu costretta a scappare dopo soli 28 giorni a causa di strane presenze. L’anno prima, in quella casa, una famiglia era stata sterminata a colpi di fucile.
Un’altra pellicola basata su fatti reali è stata The Haunting in Connecticut, che ha portato sugli schermi la storia di attività paranormali vissuta dalla famiglia di Carmen Snedeker nel 1980 a Southington, Connecticut, presso una casa dove in passato alcuni dipendenti di un’impresa di pompe funebri, che sorgeva in quei locali, sarebbero stati coinvolti in casi di necrofilia.
Ancora più noto è L’evocazione-The Conjuring, basato sulla storia della famiglia Perron del New England, i cui componenti rimasero in un’abitazione infestata per circa 9 anni.
Da quest’ultimo film, ispirato anche dalle ricerche sul paranormale di Ed e Lorraine Warren, sono stati ricavati degli spin-off (Annabelle, del 2014, Annabelle 2: Creation, del 2017 e Annabelle 3, la cui uscita è prevista per il 2019) e un sequel (The Conjuring 2-il caso Enfield, uscito il 23 giugno 2016, ispirato ai presunti poltergeist di Enfield, cittadina a nord di Londra, dove degli eventi paranormali sarebbero accaduti tra l’agosto 1977 e il settembre 1978).
I film tratti dalla vita e dagli scritti di Padre Gabriele Amorth avranno come produttore generale Michael Patrick Kaczmarek, mentre i produttori esecutivi saranno il gesuita Eddie Siebert, presidente della Loyola Productions, e Jeff Katz conduttore presso la catena televisiva ESPN.
A padre Amorth, che nel 1990 aveva fondato l’Associazione internazionale degli esorcisti, oggi riconosciuta dal Vaticano, è stato dedicato anche un documentario dal titolo The Devil and Father Amorth, presentato in anteprima mondiale all’ultima Mostra del cinema di Venezia e diretto dal celebre William Friedkin, il regista de “L’esorcista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.