I vescovi del Michigan riconoscono diritti economici ai conviventi dei dipendenti della Chiesa

Ti è piaciuto? Condividi!

Usa7La Conferenza cattolica del Michigan (CCM) ha inviato una lettera ai dipendenti della Chiesa per annunciare l’estensione dei benefici economici per la tutela della salute e per le cure odontoiatriche agli adulti legalmente domiciliati presso di loro (ALD).

Essi devono avere almeno 18 anni, vivere con un dipendente della Chiesa da almeno sei mesi e condividere le spese di soggiorno. Un ALD può essere qualsiasi membro della famiglia, un amico o qualcuno che soddisfa i criteri. La CCM ha ulteriormente chiarito che non saranno divulgate le notizie relative ai dipendenti e non sarà chiesto loro di rivelare il rapporto tra loro e gli ALD.

Il portavoce della CCM, Dave Maluchnik, ha commentato: “nulla di tutto questo cambia la dottrina cattolica, ma si tratta di agire in conformità al diritto federale. Questo è il mondo in cui viviamo”. I fedeli cattolici, naturalmente, hanno cominciato a manifestare la loro indignazione. Michael Hichborn, direttore del Lepanto Institute, ha denunciato che l’ammissione ai benefici per “coloro che vivono nel peccato morale grave è un abbandono assoluto del mandato della Chiesa a chiamare i peccatori lontano dai loro peccati e dalle tenebre. I vescovi stanno dicendo ai loro dipendenti, ‘fintanto che nascondi il tuo stile di vita peccaminoso, noi non considereremo i vostri affari privati’”.

Fornire benefici ai dipendenti che vivono relazioni dello stesso sesso non è un fatto nuovo nelle istituzioni cattoliche degli Stati Uniti. Nel 1997, l’arcidiocesi di San Francisco aveva esteso i vantaggi ALD ai partner dello stesso sesso, perché la città aveva minacciato di interrompere i contratti dell’arcidiocesi per i servizi sociali. Georgetown, Fordham e Loyola, tutte università dei Gesuiti, forniscono benefici per i partner dello stesso sesso già dalla metà degli anni 2000.

Matteo Orlando

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.