I vescovi cattolici di Terra Santa contro il rabbino che aveva attaccato i “cristiani vampiri succhiasangue”

Ti è piaciuto? Condividi!

gopsteinL’assemblea dei Vescovi ordinari cattolici di Terra Santa ha appreso “con sgomento” e subito condannato le recenti dichiarazioni anticristiane diffuse dal rabbino Benzi Gopstein, proprio nei giorni in cui si celebravano i cinquant’anni della dichiarazione conciliare Nostra aetate, che ha aperto una fase nuova dei rapporti tra ebrei e Chiesa cattolica.

Nei giorni scorsi il rabbino, noto per le sue posizioni estremiste e leader del movimento Lehava, nato per opporsi ai matrimoni tra ebrei e non ebrei, ha pubblicato su un sito internet la sua proposta – poi ripresa dalla stampa israeliana – di bandire le feste cristiane e espellere i cristiani da Israele, “prima che questi vampiri”, così ha scritto Gopstein, “bevano il nostro sangue”. Nel suo intervento, il rabbino accusava i cristiani di voler fare proselitismo nello Stato ebraico.

In una dichiarazione, diffusa dai canali ufficiali del Patriarcato latino di Gerusalemme, l’Assembea dei Vescovi ordinari cattolici di Terra Santa condanna con fermezza le parole “irresponsabili di Rabbi Gopstein”, definendole “un oltraggio allo stesso dialogo” fiorito dopo il Concilio Vaticano II. I Vescovi cattolici, che già in altre occasioni avevano denunciato le provocazioni intimidatorie del rabbino estremista, si appellano alle autorità israeliane, rimarcando che simili sortite “rappresentano una vera minaccia per la convivenza pacifica nel Paese”, davanti alla quale occorre “adottare le misure necessarie, nell’interesse di tutti i cittadini”. In passato, il rabbino Gopstein aveva giustificato gli attacchi e i roghi appiccati a chiese e moschee nelllo Stato ebraico, come legittimi tentativi di purificare la terra d’Israele da culti idolatrici. (GV) (Agenzia Fides 23/12/2015).

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Un pensiero su “I vescovi cattolici di Terra Santa contro il rabbino che aveva attaccato i “cristiani vampiri succhiasangue”

  • Avatar
    16 Luglio 2016 in 10:28
    Permalink

    Quindi anche gli ebrei sparsi per il mondo dovrebbero tornare in Israele? Par condicio 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.