Galli della Loggia: “L’Europa si vergogna del cristianesimo”

Ti è piaciuto? Condividi!

Galli della Loggia“La persecuzione anticristiana che imperversa in tante contrade d’Africa e d’Asia ci rivela che cosa è oggi l’Europa, che cosa siamo noi. Perché quella persecuzione si svolge in sostanza indisturbata: di fronte ad essa l’Europa e insieme a lei quella sua appendice storica che sono le Americhe, i loro popoli, non solo non sanno che cosa fare, ma neppure che cosa dire, non riescono a farsene un concetto preciso, a capirne le cause; quasi neppure a chiamarla con il suo nome.” Lo ha scritto il professor Ernesto Galli della Loggia, editorialista del Corriere della Sera, sulla prima pagina dell’ultima edizione della newsletter della fondazione di diritto pontificio “Aiuto alla Chiesa che Soffre.

“Ciò accade – ha proseguito Galli della Loggia – perché negli ultimi decenni, nei centri intellettuali dove si forma la nostra opinione pubblica (nelle università, nelle redazioni dei giornali e delle televisioni, nelle case editrici, nel discorso politico ufficiale), si è prodotto una sorta di vergogna per il nostro passato. E di conseguenza un suo più o meno larvato rifiuto. L’Europa che pensa e che scrive, talora perfino l’Europa che crede, è così venuta vergognandosi dello stesso Cristianesimo, che pure ha contribuito in tanta parte alla sua nascita e alla sua vita. Per esempio ha accettato l’idea che esso sia stata la sola religione a impugnare talora le armi o a praticare l’intolleranza. Prima insomma di accettare con la propria inerzia i delitti dei persecutori, ne ha accettato con il suo silenzio le presunte ragioni.”

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

3 pensieri riguardo “Galli della Loggia: “L’Europa si vergogna del cristianesimo”

  • Avatar
    14 Luglio 2015 in 17:43
    Permalink

    Ed infatti il Signore si sta vergognando di questa Europa, alla quale un tempo non risparmiò ogni genere di grazie: prosperità, benessere, monasteri strapieni.
    Oggi non si riesce ad uscire da questa maledetta crisi morale ed economica, e la fine è ancora lontana.

    Rispondi
  • Avatar
    16 Luglio 2015 in 12:53
    Permalink

    Infatti! La Figlia (Europa,) per primo disprezza la Madre (Chiesa) e poi prospetta di farla ammazzare. Una figlia irriconoscente che finirà male. Quanto assomigliano questi tempi a quelli descritti nel libro di Daniele. I passi sono: 1. la corruzzione de cuore e implicitamente la ricerca di un altro Dio. 2. La proposta di altri dei (insieme alle loro richezze) da parte dei re stranieri. 3. L’adorazione di altri dei (da parte dei lider politici) imposta anche al proprio popolo. 4. La persecuzione del proprio popolo che non si piega. 5. La distruzione del popolo (ucissione e schiavitù). 6. Un resto che rimane fedele e preferisce morire piuttosto che adorare altri dei. Questo resto viene portato in schiavitù. Questo succede oggi all’Europa, piegarsi ad altri dei per favori economici porta a rinuciare a difendere i cristiani. Diventerà schiava a casa propria. Eppure non capisce perchè le succede tutto ciò. Mai riconoscerà che la non adorazione di Dio (parole di papa Francesco) la portato qui.

    Rispondi
  • Avatar
    11 Agosto 2015 in 9:47
    Permalink

    MS non avete ancora capito che l’Europa e gli USA sono ormai in meno a gay ed in parte anche a pedofili??? Non lo capite dalle leggi e dagli inviti che fanno ai vari stati membri. Gay e pedofili aversano la Chiesa. Non vogliono che i cittadini crescano in un umus che respinge questi orientamenti. Sufficiente le linee guida OMS per educazione sessuale. Vogliono relegare i Cristiani, soprattutto i cattolici praticanti ad una setta emarginata. Sufficiente guadare e documentarsi su come quasi osteggiano LR manifestazioni pro Chiesa mentre esaltano e pubblicizzano quelle delle associazioni che sono contro la Chiesa. Io sono Laico. Ma riconoscente alla religione Cristiana per quanto ha fatto per addolcire l’animo umano. Nel passato e nel presente. L l’Inquisizione fu causata da un branco di sadici depravati che approfittarono della situazione per i loro turpi piaceri.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.