Don Di Noto: “Che fine ha fatto l’Osservatorio contro pedofilia e pedopornografia”

Ti è piaciuto? Condividi!

 

Riceviamo e pubblichiamo

“Se qualche giornalista ritenesse rendere pubbliche le mie dichiarazioni, ne sarei grato… dato che è difficile far passare certi messaggi, lo ringrazio.
Oggi, in una accesa discussione, mi è stato detto che la pedofilia e la pedopornografia non è una emergenza. Aver bocciato un emendamento al Senato che prevedeva la intercettazione telematica per questo reato, mi si diceva, è solo propaganda. Non mi andava di discutere ideologicamente (che grave cosa!!) su queste questioni delicate e che dovrebbero unirci nella lotta comune e senza tentennamenti. Oltre che mi chiedo che fine ha fatto l’Osservatorio nazionale contro la pedofilia e la pedopornografia.
Ieri notte Meter ha segnalato a diverse Polizie nel mondo (anche in Italia) n. 24.384 video pedopornografici (dai neonati e minori di 12/13 anni), una enormità. Gli autori dell’abuso (già avvenuto) e i detentori, divulgatori e commercianti…resteranno sempre impuniti. Qualcuno mi dica il contrario. Tutto documentato. Lo assicuro, da 30 anni.” (don Fortunato Di Noto)

Michele M. Ippolito

Michele M. Ippolito

Direttore di LaFedeQuotidiana.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.