Costanza Miriano a tutto campo su politica, gender, fede, femminismo, aborto, gay e matrimoni | lafedequotidiana.it

Costanza Miriano a tutto campo su politica, gender, fede, femminismo, aborto, gay e matrimoni

Ti è piaciuto? Condividi!

 

In occasione dell’incontro pubblico su “Quando eravamo femmine… c’era la famiglia”, organizzato a Verona dal Circolo culturale Christus Rex Traditio (guidato da Matteo Castagna), con il patrocinio del Comune scaligero e la moderazione del consigliere comunale del movimento “Battiti”, l’avvocato Andrea Bacciga, la FEDE QUOTIDIANA ha intervistato la celebre giornalista e scrittrice cattolica Costanza Miriano che, a tutto campo parla di politica, gender, fede, femminismo, sottomissione, emancipazione, aborto, differenze sessuali e affettive tra maschi e femmine, adozioni gay e matrimonio tradizionale.

Costanza Miriano è nata nel 1970 a Perugia, dove si è laureata in lettere classiche. Poi ha studiato giornalismo, e si è trasferita a Roma dove ha cominciato a lavorare alla Rai. Per 15 anni ha lavorato al Tg3, ora invece si occupa di informazione religiosa a Rai Vaticano  (ma collabora anche con Il Foglio, Credere, Il Timone, La Verità).

Cattolica fervente, sposata, ha quattro figli, due maschi e due femmine.

Il suo primo libro, “Sposati e sii sottomessa” (2011), è diventato un caso letterario in Italia, ed è stato tradotto in vari paesi. Per parlare agli uomini ha scritto nel 2013 “Sposala e muori per lei”. Nel 2015 poi è arrivato “Obbedire è meglio”, nel 2016 “Quando eravamo femmine” e da pochi mesi “Si salvi chi vuole”, dove propone una regola di vita fondata su cinque pilastri: preghiera, parola di Dio, confessione, Eucaristia, digiuno, una sorta di monastero wi-fi, a cui ci si vota con dedizione – si può avere un cuore da monaco salendo in metro o cucinando, facendo la spesa o correndo – e in cui ci si fa compagnia, anche da lontano, come confratelli. Una comunità wi-fi, una fedeltà senza fili, che unisce un piccolo esercito di mendicanti, scalcagnati, fragili, incoerenti, innamorati di Dio.

La Miriano è stata membro del comitato “Difendiamo i Nostri Figli”, che figura fra gli organizzatori dei Family Day del 20 giugno 2015 e del 30 gennaio 2016 a Roma. Nel marzo 2016 ha deciso di uscire dal Comitato.

 

Costanza Miriano spiega cosa intende per “sottomissione” della donna

 

Costanza Miriano parla di donne, femminismo ed emancipazione

Costanza Miriano parla di aborto

 

Costanza Miriano parla di differenze tra uomini e donne

 

Costanza Miriano parla di adozioni per le coppie omosessuali

Costanza Miriano parla di matrimoni tradizionali e unioni gay

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.