Il vescovo Zambito: "Anche Riina ha diritto al rispetto della sua dignità" | lafedequotidiana.it

Il vescovo Zambito: “Anche Riina ha diritto al rispetto della sua dignità”

Ti è piaciuto? Condividi!

“Persino il peggior delinquente o mafioso, anche Riina, ha diritto al rispetto della sua dignità. Concordo con la Cassazione. Don Ciotti? Fa un poco di teatro.” Ecco gli affondo del vescovo emerito di Patti in Sicilia monsignor Ignazio Zambito.

Eccellenza, la Cassazione pur non ordinandone la scarcerazione, ha detto che Riina ha diritto al rispetto della  sua dignità personale essendo molto malato e praticamente terminale…

” Concordo con la Cassazione. Anche il peggior deliquente o mafioso, pure Riina ha diritto al rispetto della sua dignità. Pertanto  è giusto che a muoia con dignità. Intendo dire che la vita umana è sempre sacra, per tutti, inclusa quella del mafioso. In Italia si perpecipisce un moralismo di fondo  e vi è anche tanta incoerenza”.

Perchè?

” Quelli stessi che ora strillano e si accaniscono per Riina, le cui gravissime colpe nessuno può sottacere e non condannare, invocano la dolce morte per il dj Fabo. Insomma, la logica dei due pesi e due misure. Uno, Fabo, può morire con dignità, l’altro Riina, no. Io ritengo che nel tempo nel quale parliamo tanto di misericordia , questa   deve essere valida per tutti, ovviamente a condizione che ci sia pentimento ed espiazione del peccato. Inoltre, ai giustizialisti dico: facile invocare la galera dura. Ma ci sono stati loro, sanno che cosa é? La hanno sperimentata?. Il Signore sulla Croce ha portato in Paradiso il buon ladrone. E in tema di vita, perchè tacere sulle tante soppresse prima che vengano al mondo con l’ aborto?”

Intanto in  Calabria un  vescovo dopo che un  cittadino ha fatto il baciamano ad un presunto mafioso, ha sospeso le cresime…

” Non conosco questo vescovo, ma dissento. Che nesso di relazione ci sta tra baciamano e cresime? Perchè penalizzare persone che non hanno colpa? Sarebbe stato preferibile tuonare dall’ ambone durante le cresime contro quel malcostume. Ma nella messa delle cresime. Oggi, come sostenevo sopra, si percepisce  un fastidioso moralismo. A conti fatti, il vescovo ha fatto un danno solo ai cresimandi non ai mafiosi”.

In Puglia don Ciotti ha celebrato messa col berretto da poliziotto..

” Ognuno faccia il suo compito e lui quello del sacerdote. Con quel gesto ha disprezzato la funzione sacerdotale. Fa un poco di teatro e in quel modo si finisce sui giornali.  Piuttosto tra una marcia  e l’altra quando trova il tempo, visti i tanti impegni, di amministrare i sacramenti?”.

Islam  dopo tanti attentati, possiamo parlare di guerra?

” Vedendo i fatti recenti, di istinto posso dire che è in atto, da parte islamica, una guerra verso l’ Occidente e la cristianità. Il Papa dal canto suo fa bene a cercare il dialogo e usare prudenza. Leggendo il Corano, tuttavia, è evidente che l’ islam non è un credo di pace. In quanto ai migranti è un errore  accettare tutti senza controllo, la logica dell’ avanti c’ è posto. Chi viene nella nostra terra rispetti le regole. Non è possibile vantare solo diritti senza doveri”.

Bruno Volpe

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.