"Ultimi giorni di una vita alcolica": Gianni Franzoni racconta la liberazione dall'alcool | lafedequotidiana.it

“Ultimi giorni di una vita alcolica”: Gianni Franzoni racconta la liberazione dall’alcool

Ti è piaciuto? Condividi!

 

Ha già incontrato centinaia di studenti, gli ultimi in ordine cronologico quelli dell’Ipsia Giovanni Giorgi di Verona, per far conoscere la sua storia ed ogni volta è stata una vera e propria emozione sia per lui che per gli studenti che lo hanno ascoltato.

Stiamo parlando di Gianni Franzoni autore del libro “Max & Marley. Ultimi giorni di una vita alcolica” (178 pagine, Edizioni Terra Marique). Franzoni cattura l’attenzione raccontando la sua lotta, vittoriosa, per uscire dalla schiavitù dell’alcool. Proprio durante la riabilitazione dall’alcool Franzoni si è appassionato alla scrittura e, sostenuto dall’amore della sua compagna e dall’affetto del suo cane Marley, ha pubblicato un libro molto interessante.

“Chiunque spera di poter gestire la propria vita nel migliore dei modi, ma il giovane Max ha fallito il suo tentativo. Il divorzio e la morte dell’adorato padre partigiano l’hanno spinto verso la bottiglia. Si isola, le sue amicizie si riducono a qualche gestore di bar, a un venditore ambulante marocchino e a un burbero contadino che gli farà il regalo più bello mai ricevuto: Marley, un cucciolo che lo seguirà per tutta la vita”.

Riporta così la quarta di copertina del libro dello scrittore emiliano-romagnolo. E continua. “Abdul l’ambulante cade vittima della propaganda politica di un consigliere comunale razzista, scatenando in Max il desiderio di una vendetta, che non tarderà ad arrivare. Anche l’amicizia con Giorgio, il contadino, finisce troppo presto, proprio quando Max sembra aver ridato un senso alla sua vita entrando, con Marley, in una comune: Barricata Rossa.
La dipendenza prende il sopravvento, Max abbandona presto il gruppo, truffa il fratello, si dà alla fuga e inizia a trascurare anche il cucciolo: è completamente fuori controllo. Solo Barbara, il suo primo vero amore, lo convince ad affrontare un percorso di recupero entrando in Alcolisti Anonimi. Mantenere la sobrietà, però, è una battaglia quotidiana ma Max, per sua fortuna, ha imparato a resistere, mettendo in pratica i preziosi consigli del suo adorato padre, il partigiano “Moro”. Intanto Marley è sempre al suo fianco”.

Spesso supportano gli interventi di Franzoni nelle scuole anche le dottoresse Roberta Rossi e Sara Meglioli, le due responsabili delle Edizioni Terra Marique, casa editrice di Reggio Emilia che ha pubblicato “Max e Marley – ultimi giorni di una vita alcolica”.

A. L. OTTER

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.