Teologi scrivono al cardinal Marx per chiedere una Chiesa ancora più progressista

Ti è piaciuto? Condividi!

La Chiesa cattolica tedesca “ha bisogno di urgenti riforme”, secondo dei teologi che hanno scritto al cardinale Marx, ma la loro soluzione è quella di sostenere ulteriori aperture progressiste dei seguaci cattolici di Cristo in Germania.

Attraverso una lettera aperta al presidente della Conferenza episcopale tedesca, il cardinale Reinhard Marx, otto “influencer” religiosi tedeschi hanno esortato il cardinale Reinhard Marx a una maggiore tolleranza verso i gay e a un cambiamento delle regole del celibato. Hanno giustificato le loro richieste basandolo sulle accuse degli abusi sessuali che hanno colpito anche diversi prelati (quasi 1.700 chierici) in Germania

Le richieste di modernizzazione, l’appello per “riforme coraggiose”, invita la Chiesa a “liberare i sacerdoti diocesani per scegliere il proprio modo di vivere”, in altre parole, raccomandando un allentamento delle rigide regole del celibato.

La lettera, pubblicata sul quotidiano Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung, chiede anche una limitazione dei poteri ecclesiastici, l’estensione del sacerdozio completo alle donne e una “valutazione ragionevole e giusta dell’omosessualità”.

“Se ti posizioni ai vertici del movimento di riforma, avrai il nostro supporto deciso”, si legge nell’appello rivolto al cardinale Reinhard Marx. “Gira una nuova pagina, scrivi ‘2019’ e inizia”.

Tra i firmatari ci sono Ansgar Wucherpfennig, rettore della St. Georgen Graduate School of Philosophy and Theology di Francoforte, che ha da tempo chiesto la benedizione delle unioni omosessuali e l’ordinazione delle donne, il sacerdote gesuita Klaus Mertes, Gaby Hagmans, direttore della sezione cattolica della Caritas cattolica di Francoforte.

La necessità di una “riforma” è stata sollevata in vista di un’importante conferenza vaticana alla fine di questo mese, in cui i vertici della Chiesa discuteranno su come superare gli scandali globali sessuali degli ultimi anni.

La lettera, secondo gli estensori, si basa su un rapporto che sottolinea come gli uomini appartenenti a gruppi ad alto rischio sono attratti da posizioni di potere all’interno della chiesa, e che i tabù sessuali e le regole del celibato, secondo lo studio, impedirebbero la discussione aperta e lo sviluppo sessuale completo dei sacerdoti.

L’anno scorso, lo studio ha rivelato che oltre il 4,4% dei chierici tedeschi erano implicati nell’abuso sessuale di minori, in maggioranza maschi. Tuttavia, nonostante la grande maggioranza degli abusi ha riguardato rapporti omosessuali, questo particolare è stato ignorato dal rapporto.

8 pensieri riguardo “Teologi scrivono al cardinal Marx per chiedere una Chiesa ancora più progressista

  • Avatar
    4 Febbraio 2019 in 15:02
    Permalink

    I teologi tedeschi hanno ragione nel chiedere una Chiesa più aperta: libertà di scelta per i preti se sposarsi o restare celibi, dare il sacerdozio anche alle donne, riconoscere la omosessualità, aggiungerei: il diritto a scegliere sul fine vita, meno potere al papa e più autorità ai vescovi. Certo, la riforma della Chiesa non è tutto qui: occorre ridare voce alla coscienza e al proprio essere interiore, senza la mediazione istituzionale della Chiesa.

    Rispondi
  • Avatar
    4 Febbraio 2019 in 16:51
    Permalink

    LJC ..mi scusi , mi pare sia passato in dimenticanza l’andare a lavorare.Con ossequio.

    Rispondi
    • Avatar
      18 Febbraio 2020 in 13:15
      Permalink

      Dubito che lei sia un “Don” . Se lo fosse è grave e sarebbe meglio che mettesse una “ex” davanti al suo titolo. Corriamo sempre dietro i tedeschi e non mancheremo di farne delle belle….

      Rispondi
  • Avatar
    5 Febbraio 2019 in 9:53
    Permalink

    La vera riforma è tornare alla fede.il protestantesimo ha già tutto questo ed è in crisi nera, vogliamo metterci su questa stessa strada?

    Rispondi
  • Avatar
    5 Febbraio 2019 in 10:04
    Permalink

    Mi perdoni don Giorgio, ma non è obbligato a restare nella Chiesa Cattolica Romana, c’è né sono molte altre dove dio è l’uomo è di conseguenza ciò che va all’uomo è “giusto farlo” – perché pretende di stravolgere e dissacrante la Parola di Dio !
    Glielo ripeto nessuno la obbliga a restare – vada pure altrove fondi una sua chiesa – poi alla fine dei tempi vedremo che avrà scelto la parte Vera !

    Rispondi
  • Avatar
    5 Febbraio 2019 in 12:10
    Permalink

    Dopo aver vissuto in Germania ho capito che il clero tedesco è più legato ai soldi che a tutto il resto. Se non gli dai soldi non ti puoi fare la comunione, lanconfessione e possono negarti i funerali se ogni anno non verso loro dei soldi.
    Tengono moltissimo ai soldi per questo strillano proponendo ogni nefandezza. Vogliono le chiese piene facendo sconti per tenere alte le entrate. Come Giuda che fu severamente rimproverato da Cristo. Ridicoli

    Rispondi
  • Avatar
    5 Febbraio 2019 in 12:10
    Permalink

    II teologi tedeschi vogliono… ma qualcuno di loro si è chiesto he cosa vuole il Signore?
    Questa è la Chiesa… se non ti sta bene puoi sempre fondare una tua chiesa come la vuoi tu.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Febbraio 2019 in 12:58
    Permalink

    Io non capisco il “don” che antepone al suo nome. Suonerebbe meglio “pastore”. Nel senso luterana del termine.
    Dimenticavo: sono un ex cattolico passato alla chiesa ortodossa russa proprio perché ci sono persone come lei.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.