Il medico che ha estratto la costola di San Nicola per la traslazione in Russia: “E’ stato un lavoro complicato”

Ti è piaciuto? Condividi!

“ Lavorare sulle ossa di San Nicola è  stata una grande responsabilità. Il medico credente deve lasciar da parte la sua fede quando opera.” Lo dice in questa intervista che ci ha rilasciato il professor Francesco Introna, direttore dell’ Istituto di Medicina Legale al Policlinico di Bari, il quale si è  occupato di casi spinosi e di grande attualità. Ma il professor Introna, oltre che eccellente medico, è anche molto credente, ha lavorato per il Vaticano e ha svolto attività di consulente per la Congregazione delle Cause dei Santi, studiando il miracolo che ha portato alla canonizzazione di Madre Teresa.  Da ultimo il  professor Introna ha estratto  la costola sinistra  di San Nicola partita alla volta della Russia in una storica traslazione.

Professor Introna, lei ha estratto la costola sinistra del Vescovo di Myra, che lavoro è stato?

“ Davvero molto complicato, mi creda. L’ operazione, resa possibile anche grazie alle moderne ed avanzate tecnologie, ha richiesto oltre tre ore di tempo . Per me grande, devoto di San Nico, è stata una grande responsabilità”.

Perchè?

“ Non era cosa facile estrapolare il  frammento di sacello dalle costole senza il serio rischio di danneggiarlo e nel contempo danneggiare il resto. Fortunatamente tutto è  andato bene”.

Da credente, dunque, uno stress maggiore…

“ Alt. Il medico deve saper mettere da parte ogni credenza e la sua fede quando opera, ha il dovere di rimanere freddo e calmo, non può farsi prendere dalle sue convinzioni. Questo vale per qualsivoglia medico che abbia coscienza e professionalità. Se un giorno, per mera ipotesi di studio, dovessi effettuare la autopsia di un Papa, egli sarebbe, in quel momento, un corpo come tanti altri, non starei ad inginocchiarmi e crearmi riserve confessionali.  Tutto questo semmai alla fine del lavoro”.

Lei si occupato molte volte di sante ossa, non solo quelle di San Nicola…

“ Vero, ho fatto il medico  vaticano e consulente per la Congregazione delle Cause dei Santi: per un credente è bellissimo, ancor di più se medico. Mi sono occupato di San Gerardo Maria Maiella e di  Sant’Alfonso Maria de’ Liguori ed ho studiato il caso del miracolo  attribuito alla intercessione di Madre Teresa  per il suo caso”.

Una caratteristica delle ossa di San Nicola?

“ Direi che sono molto resistenti e non vedo pericoli da questo viaggio”.

Bruno Volpe

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.