Il cardinale Wamala: "In Uganda c'è bisogno di riconciliazione" | lafedequotidiana.it

Il cardinale Wamala: “In Uganda c’è bisogno di riconciliazione”

Ti è piaciuto? Condividi!

Il cardinale Emmanuel Wamala
Il cardinale Emmanuel Wamala

Il cardinale Emmanuel Wamala, primate d’Uganda, uno degli stati che visiterà prossimamente papa Francesco ha esortato i politici e gli uomini d’affari perseguire il bene comune, alla riconciliazione e al vero amore cristiano, in una nazione che viene da anni di guerra civile. Wamala ha ricordato le numerose sfide di questo mondo ed ha chiesto ai cristiani di prendere Gesù come un esempio veramente vivente e di confidare anche nell’intercessione di San Pio. L’intervento del cardinale è avvenut odurante una santa messa presso il Santuario di Padre Pio di Kabulamuliro, inaugurato il 16 giugno 2002 e situato a 11 miglia (18 chilometri) al largo di Kampala. La messa è stata celebrata in occasione del 47° anniversario dalla salita al cielo di Padre Pio.

Recentemente il cardinale Wamala, aveva invitato i fedeli a rifuggire l’immoralità sessuale, dicendo loro “che non sono stati creati per usare il preservativo. Sappiamo – ha detto – come si trasmettono HIV/AIDS e sappiamo come possono essere evitati. HIV/AIDS non si contraggono come contraiamo l’influenza. Essi possono essere evitati. Dio ha mandato il suo Figlio Gesù affinchè noi avessimo la vita e in abbondanza. Quando ci impegniamo per la promiscuità, a contrarre malattie sessuali evitabili, ad abortire, ad uccidere bambini innocenti, stiamo vivendo contro quello che Dio voleva per noi”. Il cardinale aveva chiesto alle famiglie la trasparenza e la fedeltà per avere la pace e aveva predicato anche contro la corruzione, la violenza domestica e gli abusi sui minori.

 

Matteo Orlando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.