Don Di Noto (Meter): "Il reddito di cittadinanza? Ho molti dubbi" | lafedequotidiana.it

Don Di Noto (Meter): “Il reddito di cittadinanza? Ho molti dubbi”

Ti è piaciuto? Condividi!

Don Fortunato Di Noto

“I giovani vivono una grande solitudine esistenziale, mancano punti di riferimento.” L’ affondo in questa intervista che ci ha rilasciato, è di don Fortunato Di Noto, il coraggioso sacerdote siciliano fondatore della associazione Meter.

Che cosa pensa delle recenti elezioni politiche?

“Tanta gente in buona fede si è  fatta ingannare da promesse irrealizzabili o impossibili, da ogni parte pervenute, si intende. In politica mancano i veri leader, gli statisti che una volta studiavano e si formavano nelle scuole degli stessi partiti. Possiamo definire, in tale ottica, Di Maio o Salvini statisti? Non ritengo che possano essere accostati a quelli che hanno fatto, sia pur con luci ed ombre, la storia del Paese”.

Reddito di cittadinanza?

” Ho molti dubbi, anche se in Francia qualche risultato è arrivato.  A chi dice ‘meglio il lavoro’, cosa vera, rispondo: ma dove sta il lavoro?”.

Don Fortunato, il Papa ha invitato in una omelia i giovani a parlare, a fare sentire la propria  voce andando anche controcorrente…

“Ha fatto bene. Oggi i giovani, anche se attorno a loro ci sta  molto rumore, vivono una grande solitudine esistenziale, almeno tanti di loro. Non sempre gli adulti li aiutano a crescere bene”.

Cioè?

“Il problema è che i ragazzi hanno i loro diritti, ma gli adulti vengono meno, sempre più spesso, ai loro doveri. Esiste una responsabilità dei genitori. Ritengo che in molte situazioni mancano i punti di riferimento, il padre non fa il padre , ma l’ amico, e la madre altrettanto. La famiglia  è allo sbando o per lo meno in grave crisi e questi sono i risultati. Occorre insistere sulla centralità della istituzione famiglia”.

Lei è un  esperto della rete e relativi rischi. Che dire di quei ragazzi che al web dedicano gran parte del loro tempo, magari pranzando  col cellulare in mano?

“Un errore. Ma non possiamo demonizzare internet o il telefonino, che  ormai sono processi irreversibili. La mia idea  è che tante cose sono sfuggite di mano ai gestori del web. La soluzione sta nel buon senso. Non bisogna vietare, ma regolamentare  sì, con saggezza. A tavola sicuramente è bene parlare tutti assieme. Penso che vi sia una esagerazione nell’uso di queste tecnologie, talvolta a livello invasivo”.

Che fare?

“Ripartire dalla famiglia e dalla centralità dei  valori cristiani, anche in politica,  però la vedo difficile. Dove sono oggi i cristiani davvero coerenti ed impegnati in  politica, capaci di fare valere  le loro posizioni? Siamo al fallimento o quasi. Penso alla stessa Europa che sciaguratamente, nella sua Costituzione, ha omesso le origini cristiano- giudaiche del continente. Ecco i risultati. Occorre  elaborare, per quanto sia possibile, un progetto ambizioso per rilanciare i valori cristiani anche sulla scena politica,  alla ricerca del bene comune. Oggi chi in politica ha il coraggio di difendere apertamente e azioni conseguenti la famiglia, la  centralità della vita o i principi non negoziabili?”.

 

Bruno Volpe

Un pensiero riguardo “Don Di Noto (Meter): “Il reddito di cittadinanza? Ho molti dubbi”

  • Avatar
    27 Giugno 2018 in 16:04
    Permalink

    “LA VITA NON SI INGANNA”: I LIBRI DI PADRE ANGELO BENOLLI O.M.V. – ITALIA SOLIDALE EDITRICE

    La forza della Verità che rende davvero liberi, diventando finalmente capaci di rinnovare totalmente la propria esistenza: questa, in sintesi, l’essenza più autentica dei libri di padre Angelo Benolli O.M.V., fondatore e presidente dell’associazione Italia Solidale del Volontariato per lo sviluppo di vita e missione – ONLUS, ormai da tanti anni famosa per l’aiuto ai bambini bisognosi nelle varie parti del mondo, nonché per l’appoggio spirituale-psicologico offerto a tutte le persone di buona volontà.
    In particolare, fra le sue numerose pubblicazioni, trattiamo oggi “La vita non si inganna” (Italia Solidale Editrice), che si sofferma in modo più specifico sul tema dei cosiddetti “Nuovo Sapere e Nuovo Potere”: in grado di cambiare in profondità ognuno di noi, se si è veramente disposti a tutto l’impegno necessario, come il lettore potrà personalmente constatare. Fra i principali argomenti affrontati, sono particolarmente degni di nota: la concezione dell’Albero della Vita, ovvero della pienezza di energie meravigliose che, fin dalla Creazione, Dio ha infuso in ogni essere umano; la differenza tra Io Potenziale e Io Reale; i condizionamenti profondi che da sempre schiavizzano l’essere umano, vittima, praticamente dalla culla alla tomba, di una marea di profondi inganni senza fine e, a prima vista, senza possibilità di riscatto; la debolezza-confusione sostanziale in cui decade l’uomo, una volta che per sua disgrazia si stacca da Dio, Fonte primigenia dell’Amore e della Pace Infinita, e, nel contempo, la possibilità offerta a tutti di rialzarsi da tale situazione tenebrosa, liberandosi finalmente dalle catene di inganni millenari e da errori gravissimi destinati a colpire irreversibilmente ogni essere umano nel suo spirito, nella psiche e infine nel corpo, con l’interessantissima teoria (che fa davvero riflettere!) riguardo l’origine dei tanti, troppi mali fisici e psichici che affliggono l’uomo del nostro tempo. Questi è apparentemente circondato da ogni benessere materiale, nel cosiddetto Occidente “civilizzato e benestante”, ma, in realtà, è incredibilmente fragile e sempre più abbandonato ed estraneo a se stesso, per colpa dello spaventoso materialismo e ateismo dilagante.
    Tutto ciò, e molto altro ancora, il lettore curioso potrà scoprire fra le pagine di questo pregevole e agile testo: destinato a far riflettere chiunque sia alla sincera ricerca della Verità, che, allora come oggi, ben lungi dall’essere rappresentata nella falsissima società attuale, ha un Unico Nome: Gesù Cristo, Sapienza di Dio Incarnata, Vero Dio e Vero Uomo. Egli è il solo che possa davvero rivelarci “la Verità tutta intera che rende liberi”, se riusciremo a trovare la forza e il coraggio per esprimere pienamente noi stessi, grazie a un autentico, profondo rapporto con Dio, e riscoprendo il vero significato della parola Amore.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.