Parroco vieta i cortei funebri, è polemica in provincia di Ancona

Ti è piaciuto? Condividi!

sindaco-vieta-i-cortei-funebritroppo-traffico-e-polemicaCortei funebri vietati del parroco per motivi di sicurezza. Secondo quanto riporta il Resto del Carlino, accade a Cerreto D’Esi, in provincia di Ancona. Dall’inizio del 2016 non è più possibile accompagnare a piedi il defunto dalla chiesa madre al vicino cimitero cittadino, a circa 500 metri di distanza, interrompendo la tradizione ultracentenaria del passaggio del feretro tra le vie del centro cittadino.

La decisione è stata presa dal parroco, don Gabriele Trombetti, principalmente per quattro motivi: per la scarsa sicurezza stradale; per la difficoltà di far passare carri funebri sempre più grandi sul ponte del castello; per il chiacchiericcio e la maleducazione di parenti ed amici dei defunti durante il corteo; per adeguarsi a quanto già accade in tutte le altre parrocchie della diocesi.

Il parroco ha chiarito che il provvedimento vale per tutti, senza eccezioni. La decisione ha creato malumori e sconcerto non solo tra i fedeli, ma anche nella politica locale: c’è, infatti, chi ha criticato il parroco per aver preso certe decisioni senza averle prima concordate con il sindaco della cittadina anconetana.

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.