Parroco celebra senza mascherina, l’arcivescovo di Parigi apre procedimento disciplinare

Ti è piaciuto? Condividi!

L’arcivescovo di Parigi ha annunciato mercoledì un procedimento canonico contro un parroco per aver rifiutato di seguire le misure sanitarie del coronavirus durante la veglia pasquale. Una dichiarazione dell’arcidiocesi di Parigi il 7 aprile afferma che il pastore della chiesa di Sainte-Eugène-Sainte-Cécile nel nono arrondissement di Parigi non ha applicato “le misure sanitarie in vigore per combattere la pandemia COVID-19 durante una celebrazione di sabato, 3 aprile “

“Queste misure, tuttavia, sono state oggetto di chiare istruzioni che la diocesi di Parigi ha regolarmente ricordato a tutte le parrocchie”, ha detto. La decisione dell’arcivescovo Michel Aupetit di aprire un procedimento nell’ambito del diritto canonico è stata resa pubblica il giorno dopo che la polizia di Parigi ha aperto un’indagine sulla parrocchia per “aver messo in pericolo la vita degli altri”.

I media francesi hanno sollevato per la prima volta la preoccupazione mostrando clip del live streaming della veglia pasquale della parrocchia sulla televisione francese, richiamando l’attenzione sulla chiesa affollata con i parrocchiani che non indossavano maschere durante le processioni a lume di candela e i battesimi mentre era in corso una Messa di forma straordinaria (la Messa tridentina del 1962).

Mentre il video originale della Veglia Pasquale è stato rimosso dalla parrocchia, il live streaming della Messa della domenica di Pasqua nella parrocchia il giorno seguente mostrava sacerdoti e chierichetti senza maschera, in piedi, vicini.

“Da quando è iniziata la pandemia, non abbiamo avuto un solo focolaio”, ha detto a un gruppo di giornalisti fuori dalla sua chiesa padre Marc Guelfucci, il parroco della chiesa in questione. In un video pubblicato da Le Parisien, Guelfucci ha detto che le maschere non venivano indossate durante i battesimi perché “non si sputa sulle persone quando si battezza”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.