Il vescovo di Sassari: "Aiutare prima i nostri poveri" | lafedequotidiana.it

Il vescovo di Sassari: “Aiutare prima i nostri poveri”

Ti è piaciuto? Condividi!

image“ La carità parte dalle persone più vicine a noi e  parlo degli italiani che soffrono e spesso sono in miseria. Non dimentichiamoci di loro, è ingiusto ”. Lo dice l’arcivescovo di Sassari, monsignor Paolo Mario Virgilio Atzei che interviene nel tema immigrazione.

Eccellenza, recentemente i vescovi Negri e Trasarti hanno dichiarato che talvolta esiste la tendenza a privilegiare i migranti rispetto agli italiani, che cosa ne pensa?

“ Carità e solidarietà vanno esercitate nei confronti di tutti senza guardare alla condizione personale e non possiamo fare classifiche. Tuttavia, in quello che i due vescovi hanno detto esiste verità”.

Perchè?

“ Perchè nel fare carità ci vuole equilibrio e la tentazione magari ideologica  o damagogica di privilegiare i migranti rispetto agli italiani esiste e qualche volta diventa una sorta di moda. Senza dimenticare  i patimenti dei forestieri è giusto prima di tutto occuparsi dei poveri che abbiamo in casa che soffronto fame, miseria e disagio. Nelle nostre diocesi sono molti”.

Che cosa spinge a tanto afflato verso i migranti?

“ Certe volte un sincero spirito di solidarietà, altre una specie di esterofilia che si collega anche a interessi poco chiari. In certi casi si usa  strumentalizzano i barconi o i naufragi  che suscitano emozione a fini politici o persino speculativi, il caso di Mafia Capitale dovrebbe dirci qualche cosa”.

Possiamo fare entrare tutti in Italia?

“ Come le dicevo, la solidarietà è dovere del cristiano, tuttavia non è ragionevole lasciare libero e incontrollato accesso a tutti senza limiti. Bisogna valutare le caretteristiche di chi chiede asilo, perchè potrebbero  nascondersi dei terroristi o malintenzionati. Poco alla volta,  rischiamo di smarrire  la nostra identità cristiana e prima o poi ci mangeranno i maccheroni in testa, mi perdoni la espressione.  Tanto dipende da una Europa che sembra aver smarrito o diluito le sue origini cristiane sotto i colpi del laicismo e del secolarismo. Il cardinale Biffi saggiamente aveva predetto questa situazione e ci aveva ammoniti”.

Austria e Ungheria si chudono, condivide?

“ E’ una condotta difensiva che dal punto di vista strettamente cristiano non  giudico  bella, ma che posso comprendere e giustificare dal punto di vista della prudenza. Davanti a chi invade ci si cautela. Per quanto riguarda l’ Auatria non concordo con la idea di mandare polizia loro nel nostro territorio, però, lo ribadisco, capisco la sua posizione”.

Bruno Volpe

8 pensieri riguardo “Il vescovo di Sassari: “Aiutare prima i nostri poveri”

  • Avatar
    7 Giugno 2016 in 11:42
    Permalink

    E’ questa è la Chiesa? Da quando esistono gerarchie nei bisognosi? Bisogna chiudere la porta in faccia a chi ha bisogno? Ma stiamo scherzando?

    Rispondi
    • Avatar
      10 Giugno 2016 in 7:28
      Permalink

      Cagliari 10/06/2016. Giuseppe e molti altri sono aninmati dalle migliori intenzioni, ma dimostrano assoluta incapacità a governare. Proclamano “accogliere”, “accogliere”, ma hanno l’accortezza di non fare mai i conti con la realtà e con i numeri. Egregiio Giuseppe, quanti “migranti” dovremmo accogliere? Centomila? Un milione? Dica lei. Quante case dovremmo costruire: centomila, un milione? Dica lei. E dica dove prendere i soldi. In un’Isola ed un Paese dove le attese (per le classi deboli) per fare una radiografia sono lunghe mesi. I migranti (che pur potenosi “salvare” da guerre e violenze potrebbero farlo per via di terra, si buttano mare per essere salvati e mantenuti), dorebbero star qui come pensionati a vita o dorebbero lavorare? E quanti posti di lavoro dovremmo creare? Centomila? Un milione? Dica lei. Ma prima dica, Signor Giuseppe, come creare posti di lavoro per i nostri disoccupati che subisono l’umiliazione del dipendere da altri da decenni. Dica Giuseppe, dica. Grazie e saluti. Gian Paolo Porcu

      Rispondi
  • Avatar
    7 Giugno 2016 in 11:51
    Permalink

    Non credo che un uomo intelligente come Mons. Atzei si sia espresso in questa maniera. Non vi sono bastati gli anni dell’olocausto ( e si parla di pochi anni fa) in cui la Chiesa non ha mosso un dito? Mi auguro che sia una bufala perchè queste parole, questa spero finta posizione di Mons.Atzei non è per nulla solidale e accende ideali xenofobi.Senza parole!

    Rispondi
    • Michele M. Ippolito
      7 Giugno 2016 in 16:19
      Permalink

      Non so Lei cosa legge in genere, ma noi de La Fede Quotidiana non siamo soliti pubblicare bufale. Solo notizie.

      Rispondi
    • Avatar
      10 Giugno 2016 in 7:41
      Permalink

      Cagliari 10/06/2016, L’Olocausto dei migranti, Signora Laura Fumu, l’hanno creato e lo alimentano, coloro che incitano i “profughi” a buttarsi a mare, Come se io dicessi: vieni a casa mia, ma devi passare per un fossato pieni di coccodrilli. Tra Turchia e Grecia ci sono chilometri di confine terrestre. Perchè buttarsi a mare per andare dala Turchia in un’isola greca? ? Evidentemente per essere “salvati” e poi “presi in carico” mantenuti. Per scappare dalla Libia in guerra si può andare per via di terra in Tunisia, Algeria, Arabia, Emirati, ecc. . Non ci sono morti sulla rotta Libia – Algeria, e neppure sulla rotta Libia – Albania , ecc. Ci sono morti in mare sulla rotta Libia – Italia perchè in Italia ci son o quelli che, mettendo i costi immani a carico delle nostre classi deboli e dei giovani cui stanno rubando il futuro, gridano “venite”, “venite tutti”.
      Mi permetta Una domanda non personale, generosa Signora Laura Fumu: Lei ogni tanto fa la carità ad un povero? Gli regala qualche spicciolo a Lei superfluo o gli regala mezzo stipendio? Se non gli regala mezzo stipendio, Signora Lei conosce la COMPATIBILITA’ (ma dovrebbe tenerne conto sempre). Cordiali saluti. Gian Paolo Porcu.

      Rispondi
    • Avatar
      12 Giugno 2016 in 16:38
      Permalink

      frasi se vere piene di buonsenso!!! Non possiamo accogliere tutti e neppure soccorrere tutti! Nessuno ci aiuta e non da oggi! In Italia puo’ ormai entrare di tutto!!! Poi lamentiamoci mi raccomando!

      Rispondi
  • Avatar
    11 Giugno 2016 in 0:33
    Permalink

    Parole sacrosante: Aiutare prima i nostri poveri!

    Rispondi
    • Avatar
      15 Agosto 2017 in 19:41
      Permalink

      E’ GIUSTO CHE AIUTIAMO GLI ITALIANI BISOGNOSI ….ABBIAMO MILIONI DI DISOCCUPATI GIOVANI E MATURI E QUALCHE INCOSCIENTE ,,,,,,,,MA OSEREI DIRE DEMENTE CHE BLATERA SUL BISOGNO DI IMPORTARE MANO D’OPERA …….. MA QUALE MANO D’OPERA CHE ARRIVANO SOLTANTO PERSONE ABITUATE A PASSEGGIARE NELLA GIUNGLA , SENZA REGOLE , SENZA CAPACITA’ TECNICHE LAVORATIVE , INCAPACI ANCHE DI PROVVEDERE ALLA PULIZIA PERSONALE , PIENI DI PRETESE , ,,,,,,,,,,,, VOGLIONO SOLTANTO DENARO , SIGARETTE . TELEFONI MODERNI E NESSUN RISPETTO PER QUALSIASI NORMA E DISPREZZO PER LE FORZE DELL’ORDINE E PER LE DONNE ……….QUELLE POI VENGONO VIOLENTATE COME BESTIE I CONVERTITE ALLA SCHIAVITU’ ………………….. PENSIAMO CHE STIAMO PARLANDO DI OMACCIONI O RAGAZZONI CON UNA CORPORATURA DA FARE UNA CASA , POTREBBERO SENZA OMBRA DI DUBBIO LAVORARE PER RICOSTRUIRE IL LORO PAESE MISERANDO ANZI CHE VENIRE QUI A DEFECARE NEI NOSTRI GIARDINI , A ORINARE CONTRO I NOSTRI MURI A VIOLENTARE QUALSIASI DONNA E FARSI MANTENERE ,,,,,,,,,,,,MAI CONTENTI DEL CIBO ……CHE NOI CON SACRIFICIO (BUONO O CATTIVO CHE SIA ) CON I NOSTRI SOLDI OFFRIAMO LORO …………………………….MA SAPETE QUANTO CI COSTANO COSTORO ?????????? PENSATE DI AIUTARE GLI ITALIANI , DI DAR LORO LE CURE NECESSARIE , LE CURE SANITARIE MIGLIORI …. LE CASE POPOLARI A QUELLI CHE SON COSTRETTI A DORMIRE IN MACCHINA ………………………………………………………………………,,,,,,,,,,,,ITALIANI SVEGLIATEVI ……………….GOVERNANTI VERGOGNATEVI …… TUTTI QUELLI CHE CHE TRAGGONO DENARO DA QUESTO VERGOGNOSO COMMERCIO DI ESSERI UMANI SIANO MALEDETTI. !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.