Il vescovo di Lanciano: "Renzi presuntuoso e prepotente, noi cristiani non siamo bifolchi" | lafedequotidiana.it

Il vescovo di Lanciano: “Renzi presuntuoso e prepotente, noi cristiani non siamo bifolchi”

Ti è piaciuto? Condividi!

Monsignor-Emidio-Cipollone“In questo clima morale rilassato succede che i delitti divengono diritti”. Lo dice monsignor Emidio Cipollone, arcivescovo di Lanciano- Ortona.

Eccellenza Cipollone, Papa Francesco nella sua ultima enciclica si è occupato della difesa  del Creato, che cosa possiamo dire?

” Parto proprio dalla sua encliclica che merita attenzione e studio. Il Papa ha fatto molto bene a sollecitare la nostra  meditazione  su quel tema e ci obbliga a ricordare che Dio ci ha affidato la custodia del Creato come ammnistratori, non ne  siamo proprietari.  Da buoni gestori siamo chiamati alla responsabilità. Tuttavia, quella enciclica che è sociale a tutti gli effetti, non va letta solo ed esclusivamente in  chiave di banale ecologismo, nel senso che comunemente si intende”.

E allora come?

” Intendo dire che il Papa ci vuole dire e ci chiede una cosa  diversa.  Ci  esorta alla tutela della natura certamente, ma ci richiama anche  ad un ecologismo maturo dell’ uomo, avendo rispetto pieno della persona e soprattutto della vita.  Ci mette  al cospetto di una ecologia della persona umana”.

Tutto questo a che conseguenze conduce?

” A considerare con la dovuta attenzione il significato della vita che va sempre difesa e protetta. Oggi, anche per responsabilità di alcune leggi, ci metto la Cirinnà, i delitti sono diventati diritti. E allora ciascuno si crea una sua etica, corre dietro a false ideologie, la verità si  offusca e diventa persino falsità,non abbiamo limiti e spesso mettiamo l’ io al posto di Dio”.

Perchè?

” Riprendo la mia considerazione sulle leggi e sulla recente legge Cirinnà. Questo provvedimento stravolge la natura ed è dunque contro la ecologia dell’ uomo quando arriva alla sostanziale equiparazione delle unioni tra persone dello stesso sesso alla famiglia  naturale composta da un uomo e  una donna aperti alla vita. Sino a prova contraria solo da un uomo e  una donna si genera  vita. Pertanto considerare famiglia  due uomini o due donne che per forza di cose non sono in grado di generare, è contro la natura”.

Alcune volte davanti a certe leggi sentiamo dire che ce le chiede l’Europa…

” Alt. Non sia mai un alibi. Infatti alcune volte sento dire che  possiamo avere una certa autonomia dall’ uropa e al contrario per le unioni omosesssuali  dobbiamo supinamente obbedire alle invocazioni dell’ Europa? Non  regge. Se l’ Europa ci vuole imporre o proporre modelli che non sono nostri e   che vanno contro la natura e il comune sentire bisogna avere il coraggio del dissenso e  dire no grazie, in casa nostra decidiamo noi. Insomma, senza scendere nella logica religiosa, ma anche in chiave laica  occorre saper   resistere  davanti a  proposte  inaccettabili”.

Utero in affitto, che cosa ne pensa?

” La valuto una pratica anti umana, è vergognoso sfruttare il corpo della donna”.

Renzi ha detto che vuole andare nelle parrocchie ad illustrare le unioni civili..

” E’ presuntuoso e prepotente. Noi cristiani non siamo dei bifolchi e comunque nelle parrocchie troverà pane per i suoi denti,  se decide di venire”.

Referendum trivelle, bisogna votare?

” Certamente. Lo ha detto la Cei, affermare il contrario non è un atteggiamento rispettoso della democrazia. Il voto significa partecipazione alla cosa comune”.

Bruno Volpe

Michele M. Ippolito

Michele M. Ippolito

Direttore di LaFedeQuotidiana.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.