Gesù promette la salvezza eterna e un posto particolare nel Suo Sacro Cuore | lafedequotidiana.it

Gesù promette la salvezza eterna e un posto particolare nel Suo Sacro Cuore

Ti è piaciuto? Condividi!

Oggi è la Solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù, il quale, mite e umile di cuore, esaltato sulla croce, è divenuto fonte di vita e di amore, a cui tutti i popoli attingeranno.

A chi lo ama con tutto il cuore, Gesù promette la salvezza eterna e un posto particolare nel Suo Cuore. La nostra santa religione è basata sull’amore e dunque sul cuore. Impariamo da Lui ad amare con cuore puro. “Gesù mite ed umile di cuore, rendi il mio cuore simile al tuo!”.

Consacriamoci a Lui.

Consacrazione al Sacro Cuore di Santa Margherita Maria Alacoque
Io (nome e cognome), dono e consacro al Cuore adorabile di nostro Signore Gesù Cristo la mia persona e la mia vita, (la mia famiglia/il mio matrimonio), le mie azioni, pene e sofferenze, per non voler più servirmi d’alcuna parte del mio essere, che per onorarlo, amarlo e glorificarlo.
E’ questa la mia volontà irrevocabile: essere tutto suo e fare ogni cosa per suo amore, rinunciando di cuore a tutto ciò che potrebbe dispiacergli.
Ti scelgo, o Sacro Cuore, come unico oggetto del mio amore, come custode della mia via, pegno della mia salvezza, rimedio della mia fragilità e incostanza, riparatore di tutte le colpe della mia vita e rifugio sicuro nell’ora della mia morte.
Sii, o Cuore di bontà, la mia giustificazione presso Dio, tuo Padre, e allontana da me la sua giusta indignazione.
O Cuore amoroso, pongo tutta la mia fiducia in te, perchè temo tutto dalla mia malizia e debolezza, ma spero tutto dalla tua bontà. Consuma, dunque, in me quanto può dispiacerti o resisterti; il tuo puro amore s’imprima profondamente nel mio cuore, in modo che non ti possa più scordare o essere da te separato.
Ti chiedo, per la tua bontà, che il mio nome sia scritto in te, poichè voglio concretizzare tutta la mia felicità e la mia gloria nel vivere e morire come tuo servo. Amen.

Un pensiero riguardo “Gesù promette la salvezza eterna e un posto particolare nel Suo Sacro Cuore

  • Avatar
    30 Agosto 2019 in 10:35
    Permalink

    L’AMORE DI GESU’, L’ ETERNA SAPIENZA

    Esiste davvero l’Amore sincero, unico e inestinguibile, in grado di donare un profondo significato all’esistenza di ogni essere umano?… Un Amore davvero degno di essere considerato tale, capace di resistere incolume a tutte le avversità della vita, indipendente persino dalla stessa risposta degli uomini?… Eccome se esiste: è l’Amore di Gesù, l’Eterna Sapienza Incarnata, l’Unico davvero in grado di riconciliare Dio e l’umanità, al di là di tutte le nostre impurità, imperfezioni e fragilità. Ecco, in sintesi, il “succo” del gustoso libretto, ancora una volta opera di San Louis-Marie Grignion de Montfort: “L’Amore dell’Eterna Sapienza”. E’ la prima opera scritta dal Santo, in uno dei momenti oggettivamente più difficili della sua tormentata vita, caratterizzata, come già per tutti i grandi Santi, da molteplici carismi ma anche da durissime lotte e avversità di ogni genere…
    Si tratta di un racconto appassionante e avvincente, che presenta i temi fondamentali della spiritualità cristiana, a partire dal Libro della Sapienza dell’Antico Testamento: temi tuttora validi, al di là di certo modernismo imperante. Unica e altissima realizzazione di ognuno è la Sapienza, la Vera Sapienza, che è solo Una: Gesù Cristo. Chi ha Lui, ha tutto. Chi non ha trovato Lui, anche se sembra essere sapiente agli occhi del mondo, in realtà ancora non possiede nulla. Per cercare e trovare la Vera Sapienza, Gesù Cristo, bisogna conoscerla: e attenzione, nel frattempo, a non farsi ingannare dalla falsa sapienza di questo mondo, sempre più subdola nella società attuale, in cui siamo immersi ogni giorno…!
    Qual è, dunque, la vera personalità di Gesù Cristo? Guardiamo come è vissuto in mezzo a noi e come si è comportato: soprattutto contempliamo la Sua bellezza, la dolcezza e l’Amore, quello vero!, dimostrato fino a morire per noi. I capitoli che parlano delle sofferenze di Gesù Cristo sono i più toccanti. Addirittura, Montfort termina l’esposizione dicendo: «La Sapienza è la Croce e la Croce è la Sapienza», proprio in base a ciò che lui stesso ha sperimentato!… A noi, lettori disincantati post-moderni, il compito di riscoprire questa Verità, oggi troppo spesso dimenticata e certamente non facile da comprendere, ma che rappresenta sempre, allora come oggi, la “chiave” della vera Salvezza!…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.