Il cardinale Erdö avverte che l'Occidente sta collassando a causa del relativismo | lafedequotidiana.it

Il cardinale Erdö avverte che l’Occidente sta collassando a causa del relativismo

Ti è piaciuto? Condividi!

S.E.R il cardinale Peter Erdö, Arcivescovo di Esztergom-Budapest e Primate d’Ungheria, ha parlato del “ruolo della religione e delle chiese in uno Stato laico” presso la Columbia University di New York. “Le leggi, la morale e la religione formano un tutto organico”, ha detto il cardinale, “e questo è avvenuto nella società occidentale fino al periodo dell’Illuminismo”. Ma durante l’Illuminismo, la società cristiana fu separata dalle sue radici cattoliche, dalla sua conoscenza della legge naturale e così il cristianesimo cominciò a trasformarsi in “Occidente”. Dimenticando la fede, radicata nella legge naturale, l’Occidente ha cominciato a percepire la verità come qualcosa di relativo, evolutivo, in continua evoluzione. Il risultato, osserva il cardinale, è che “l’idea del relativismo e dell’incertezza della legge naturale hanno guadagnato terreno, così come la separazione della legge dalla cosiddetta moralità naturale”. In questo contesto, ha affermato, una certa confusione circonda la società ed è “difficile per lo Stato decidere cosa è bene per l’uomo. E anche le maggioranze “possono giungere a conclusioni erronee o pericolose”, ha detto Erdő, “soprattutto se il concetto di bene comune diventa incerto, perché non v’è consenso anche sui fondamenti antropologici del diritto”.

Il cardinale ha indicato i crimini di Hitler come la manifestazione ultima dell’abbandono dei valori morali assoluti. “I processi di Norimberga hanno dimostrato a quanto possa condurci la separazione tra legge e moralità”, ha ricordato. Non è stato facile condannare le persone le cui azioni erano basate su leggi attuali ma immorali”.

Anche il comunismo ha il suo tragico testamento. Il porporato ha detto che, durante l’era sovietica, gli stati comunisti dell’Europa orientale hanno soppiantato la moralità tradizionale con i precetti marxisti-leninisti. Il collasso di questo sistema nel 1989 ha creato “un vuoto morale”, ha osservato, e in molte di queste società ferite, compresa la loro, i leader stanno lavorando per ripristinare le basi morali, arrivando a dichiarare esplicitamente l’importanza fondamentale della religione nelle loro costituzioni post-comuniste. Ma più a ovest, ha avvertito il cardinale Erdö, le nazioni che prima erano cristiane sono talmente saturate dal relativismo che le loro basi democratiche, le loro istituzioni sociali, culturali e governative stanno iniziando a collassare. “Secondo il tradizionale discorso democratico occidentale”, ha detto, “politici e partiti presentano e difendono i loro programmi in modo razionale e maturo, i cittadini responsabili fanno le loro scelte usando argomentazioni razionali”. Ma sempre più questa “immagine della realtà” sta cambiando, ha detto Erdö: “Sembra essere un circolo vizioso. Dobbiamo riporre la nostra fiducia in qualcuno in anticipo, nelle premesse fondamentali di un programma politico, per consentire che la decisione di cui ci fidiamo possa essere presa”. In conclusione il cardinale ha detto che “nonostante la debolezza della nostra comprensione di Dio”, siamo chiamati a “non abbandonare la nostra ricerca della verità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.