Campane “troppo rumorose”, parroco ligure condannato ad un risarcimento di 65mila euro

Ti è piaciuto? Condividi!

Dopo 23 anni di causa un parroco di Lavagna, in provincia di Genova, è stato condannato a risarcire 65mila euro oltre alle spese legali perché sono stati riconosciuti ad una insegnante gravi danni “dal perdurare delle emissioni rumorose” delle campane della Chiesa che “le hanno cagionato fortissimi e cronici malesseri”.

Secondo la Cassazione, dunque, suonare le campane di una Chiesa, in particolare al mattino presto, è illegale. Il difensore dell’ex parroco e della parrocchia aveva invocato anche il Concordato tra Stato e Chiesa del 1984, ma i supremi giudici hanno deciso per la condanna al pagamento del risarcimento.

Tra l’altro, anche i giudici del Tribunale di Chiavari in primo grado avevano dato ragione alla professoressa, motivando che “detta situazione aveva determinato l’azzeramento della vita sociale e di relazione e le immissioni sonore sono state la fonte di una permanente lesione della sua integrità psicofisica”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Un pensiero su “Campane “troppo rumorose”, parroco ligure condannato ad un risarcimento di 65mila euro

  • Avatar
    28 Febbraio 2021 in 16:10
    Permalink

    Le campane sono come lo zucchero,cioè bisogna avere buon senso,se prendi troppo zucchero ti viene il diabete,mentre se non ne prendi vai in ipoglicemia,….e questo vale per tutte le cose,il vino,il sale,l’esercizio fisico,ecc.,la giusta dose,non di più, non di meno.(basterebbe far sentire le campane soltanto la Domenica-Giorno del Signore).
    Riguardo alla mia esperienza voglio raccontare qui,di un mio personale’dolore’,che ebbi nel giorno di Pasqua del 2020:
    Era il periodo del lockdown nazionale, non si poteva uscire di casa,e gli unici suoni che si sentivano per le strade erano le sirene,…….e così allora osservai, e vidi anche atttaverso i media una strana singolarità! Senti e vidi che tutti per farsi coraggio attivavano le loro sirene, sentii le sirene della polizia e delle forze dell’ordine,e le facevano risuonare per dare coraggio ai medici che lavoravano nella terapie intensive,sentii poi i suoni delle navi e delle barche per lo stesso motivo,sentii anche le sirene dei vigili del fuoco,ma un grande silenzio mi attanagliò il cuore.Mi mancò di sentire un suono a me familiare la Domenica,ma che avrebbe avuto ancora più significato in quel giorno di PASQUA DI RESURREZIONE,…..il suono di una campana! Ho pensato tra me e me,il giorno precedente a quello: ‘Chissà che il Papa non faccia qualche sorpresa,…magari solo a Mezzogiorno,e faccia risuonare per un solo minuto tutte le campane di Roma,così,da fa far sentire a tutti,e tra questi anche i medici che stavano operando nelle terapie instensive,che Dio non era scappato su qualche nuvola,ma era lì,ha combattere e a sostenere tutti nella lotta alla pandemia’, aspettai a lungo,ma quelle campane,quel giorno, non suonarono mai……

    Il ‘SILENZIO’ nella Pasqua 2020 a Milano:
    https://www.youtube.com/watch?v=UItIUW7diQU

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.