Il vescovo di Lublino: “Buona la nuova legge polacca sull’aborto”

MIECZYSLAW_CISLO_34La Fede Quotidiana ha intervistato monsignor Mieczyslaw Cislo, vescovo ausiliare di Lublino.

Eccellenza,  Trump ha vinto le elezioni, preoccupato?

” No. Una cosa sono i toni usati durante la campagna elettorale, altra la condotta reale da Presidente e da questo lo dovremo valutare. Io non capisco una cosa: i  risultati elettorali in democrazia vanno rispettati, vale negli Usa, vale in Polonia. Ha scelto il popolo  e non possiamo dire che le decisioni del corpo elettorale sono sbagliate se vince Trump e invece giuste se la spunta la Clinton”.

Che idea ha di Trump?

” Sia Trump che la Clinton appartengono al mondo liberal,  con accenti  diversi. Ma Trump mi sembra più vicino alla gente comune, ne ha saputo intercettare le aspettative e i bisogni, ha  dato voce a chi non la ha. La Clinton è espressione delle tecnocrazie finanziarie e dei poteri forti, della grande finanza ostile al popolo. Inoltre Trump si detto contrario all’aborto. Vedremo se metterà in pratica quello che ha promesso. “.

Pericolo di guerra?

” Tendo ad escluderlo, anzi lo ritenevo molto più vicino con la Clinton. Trump  ha buone relazioni con Putin ed è un bene. Penso che contro Trump siano scesi in campo i poteri forti massonici e continuano ancora oggi, e quelle lobby vicine al mondo gay , tanto presenti negli Usa e in Europa”.

A proposito di aborto, in Polonia è stata da poco approvata una legge che aiuta le  donne che rinunciando all’aborto, procreano bambini con malformazioni…

” La trovo una ottima legge. Io sono contento di questo governo, ovviamente se continua a lavorare con criterio. Gli intellettuali da salotto e alcuni politici di sinistra qui non sanno rassegnarsi alla sconfitta e alla legittima vittoria della destra che sta facendo bene.”

Le femministe hanno protestato…

“Quelle sono ispirate dal demonio e dalle ideologie libertarie e perverse care a certi ambienti  e lobby. L’aborto è un crimine sempre e comunque”.

Il leader italiano  Renzi dice che  se l’Europa non accontenta l’ Italia sulla flessibilità per  i migranti bisognerà tagliare i fondi europei ai paesi dell’ Est Europa, inclusa la Polonia, che non vogliono accogliere…

” Renzi pensi alle cose sue e non si immischi negli affari polacchi dei quali penso sappia poco. Badi a governare l’Italia. Lo trovo anche presuntuoso. La Polonia oggi ospita 800.000 ucraini e Bielorussi, e per l’immigrazione bisogna rispettare regole di sana prudenza. Certamente l’accoglienza è un dovere cristiano e non possiamo discriminare nessuno,  non è lecito negare il mangiare a chi muore di fame. Ma sia fatta senza danneggiare i cittadini locali e nei limiti delle proprie  possibilità. L’ Italia ha ragione quando reclama dall’ Europa aiuto per le spese a favore dei migranti, fa molto ed è ammirevole. Ma al posto di attacare la Polonia e i Paesi dell’ Est, Renzi se la prenda con la Germania che ha allargato le maglie in modo scriteriato e ha lanciato messaggi falsi ed illusori solo a proprio vantaggio. “.

Bruno Volpe

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *