Stettino, sacerdote difende la chiesa da profanazione: attaccato e picchiato

In Polonia, a Stettino, presso la Basilica di San Giovanni Battista, tre vandali hanno aggredito il parroco, padre Alexander Ziejewski. La “colpa” del sacerdote è stata quella di avere impedito una profanazione.

I tre balordi, infatti, sono entrati nella sagrestia della Basilica per profanare sia la Santa Messa che gli abiti ecclesiastici. Volevano dal prete casule e altri indumenti sacri per, probabilmente, bruciarli.

Quando il sacerdote di Stettino si è opposto tenacemente alle loro richieste, don Ziejewski è stato attaccato e picchiato attraverso vari colpi, inflitti sulla faccia e in altre parti del corpo, mediante l’utilizzo di una corona del Santo Rosario.

Intervistato in televisione, padre Aleksander Ziejewski ha ricordato quei momenti. Adesso i tre autori delle violenze sono nelle mani della polizia mentre il fatto ha allarmato i fedeli cattolici polacchi. Anche il noto blogger di Stettino, Dariusz Matecki, ha informato sul caso.

Padre Aleksander Ziejewski ha spiegato di essere stato avvisato di quanto stava accadendo in sagrestia da una collaboratrice. Dopo che ha provato a chiedere ai balordi cosa stessero facendo “uno di loro si è agitò, ha iniziato a sputare, a spingere la sacrestana e a colpire un signore che stava a guardia della chiesa, spaccandogli un labbro. Poi mi hanno attaccato. Mi sono difeso e poco dopo, attraverso una corona del Santo Rosario, hanno cominciato a colpirmi al viso. Ho cominciato a barcollare e la mia faccia è stata inondato di sangue. Quando sono riuscito ad aprire la porta della basilica ho gridato che c’era una rapina e ho chiesto di chiamare la polizia.

Secondo Padre Zajewski i tre balordi non erano sotto l’effetto di sostanze intossicanti ma vigili. Secondo la polizia di Szczecin, gli autori sono stati catturati. Hanno un’età compresa tra 27 e 53 anni ed erano già stati schedati dalla polizia.

L’evento a Szczecin è purtroppo un altro attacco contro dei sacerdote polacchi. Frutto di una progressiva ostilità dei laicisti, omosessualisti e progressisti nei confronti dei ministri di Dio e della Chiesa polacca nel suo insieme.

2 Commenti

  1. Avatar Rosalba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.