Cardinale si inginocchia dopo aver chiesto la benedizione ad un prete fresco di ordinazione

Durante il pellegrinaggio della sua scuola superiore a Roma quest’estate, Jarad Wolf ha catturato questo momento in cui padre Gregory Crane, novello sacerdote, ha dato la sua prima benedizione al cardinale Raymond Leo Burke, dopo la messa presso la Basilica di Pietro il 29 giugno 2019 per la festa dei Santi Pietro e Paolo.

Padre Crane, salutando il cardinale Burke, ha detto di essere stato appena ordinato e il Cardinale Burke, molto umilmente, ha subito chiesto la sua benedizione e si è inginocchiato.

Ha commentato un sacerdote su Facebook: “Erano le ore 11,30 circa. L’Eminentissimo Burke incontra un sacerdote novello e si inginocchia implorando la benedizione. Ecco la santa umiltà! Alla faccia di chi critica la cappa magna. Quanti presuli modernisti, umilmente sciatti e travestiti, farebbero questo? Certo, dovrebbero credere nelle benedizioni!”.

Il riferimento del commentatore è a questa foto che, da molti progressisti, che si definiscono cristiani, viene postata per insultare il cardinale americano e, ancora peggio, per spingere la gente ad insultarlo nei commenti.

In realtà la critica agli alti prelati che indossano la Cappa magna è dovuta ad una ignoranza liturgica diffusa, specialmente tra i cosiddetti catto-comunisti.

Su Facebook una commentatrice ha spiegato chiaramente: “la Cappa magna rappresenta il potere papale che giunge ai fedeli tramite i principi della chiesa. In ogni modo va indossata prima di ogni pontificale”. La Cappa magna, abito previsto come solenne abito di coro fino al 1969, praticamente per quasi tutti i Capitoli, è ancora vigente per vescovi e cardinali. La Cappa magna è sempre stato l’abito dell’Ingresso per i Pontificali. Ha scritto un commentatore: “Dovunque si sia in grado di celebrar solenni pontificali tradizionali, i Principi della Chiesa si presentano nello splendore del loro rango. L’indimenticabile cardinal Ottaviani, era maestoso quando il cerimoniale lo prevedeva, poi era un semplice prete nella sua parrocchia trasteverina e nell’istituto per bambine orfane o indigenti che aveva creato e dove passava le sue più liete ore di libertà”.

“Perché divulgare foto in abiti liturgici di alta cerimonia come la cappa magna e sollevare critiche. Cos’è se non diffamatorio?”, si è chiesto un commentatore su Facebook, spiegando che la Chiesa Cattolica “ha le sue funzioni, la sua liturgia, diffondere foto estrapolandole dal contesto è veramente triste. Alla faccia della convivenza pacifica”.

Forse molti hanno paura dell’umiltà e dell’amore per la Liturgia di Sua Eminenza Raymond Leo Cardinal Burke. “E’ Cardinale di Santa Romana Chiesa, un sant’uomo che vive e testimonia pienamente la Fede in Cristo, sciacquatevi la bocca col sapone prima di permettervi di denigrarlo ed offenderlo”, hanno scritto diversi commentatori su Facebook.

In molti, in occasione delle iniziative o delle celebrazioni alle quali partecipa, specialmente giovani, fanno la fila per potergli parlare, chiedere una preghiera o una benedizione. A molti sfugge che non c’è contraddizione tra la dignità dell’ufficio liturgico (e indossare anche la Cappa magna quando prevista) e la vita caritatevole e umile. L’uomo Raymond Leo Burke ha mostrato più volte la sua umiltà, come quando si è messo a servire a tavolo i giovani seminaristi.

 

A. L. O.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.