Pax Christi attacca il decreto Minniti: “Comprime i loro diritti”

Pax Christi Italia aderisce e partecipa alla mobilitazione del prossimo 20 maggio a Milano, “insieme senza muri”, per compiere, “senza ambiguità, passi avanti reali, come l’effettivo superamento della legge Bossi-Fini, l’approvazione della legge sulla cittadinanza, la necessità di rafforzare un sistema di accoglienza dei migranti fondato sul coinvolgimento di tutte le comunità e le istituzioni, la trasparenza, la qualità, il sostegno ai soggetti più fragili (i minori, le donne, i vulnerabili), la cultura dei diritti e della responsabilità”.

“Marciando sabato 20 a Milano non possiamo però dimenticare che il recente Decreto Minniti va criticato come ha già fatto Caritas italiana”: con esso infatti “si torna all’odioso binomio immigrazione-sicurezza” commenta Pax Christi.

“Un provvedimento – conclude – svenduto come snellimento delle procedure, avrà effetti nefasti sui migranti perché comprime i loro diritti e inaugura un diritto minore inventato sui misura di chi si vuole criminalizzare, i migranti appunto”. (SIR)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *