Papa Francesco rifiuta la sfida vegana della giovane attivista Genesis Butler

Papa Francesco non sembra aver preso in considerazione l’appello della giovane attivista ambientalista per osservare una quaresima vegana.

La dodicenne americana, Genesis Butler, aveva scritto una lettera aperta al Papa, chiedendogli di astenersi dai prodotti di origine animale, a causa della “distruzione globale e della devastazione” che sostiene di provocare.

Nel suo messaggio, che è stato pubblicato da giornali tra cui il New York Times e The Guardian, ha citato la lettera enciclica del 2015, Laudato si , in cui papa Francesco ha chiesto di intervenire sul riscaldamento globale.

Miss Butler era sostenuta dalla campagna Million Dollar Vegan, diretta dall’attivista britannico Matthew Glover. Ha detto che il gruppo avrebbe donato un milione di dollari a un’associazione benefica scelta dal Papa, se fosse stato d’accordo con l’iniziativa.

Ma, secondo il Catholic Herald, il Mercoledì delle ceneri, il Vaticano, attraverso una lettera, ha ringraziato la signorina Butler per la sua lettera, senza commentare la sua sfida.

La risposta di Papa Francesco, firmata da monsignor Paolo Borgia, assessore agli affari generali, dice:

“Sua Santità … apprezza le preoccupazioni per la cura del mondo, la nostra casa comune, che ti ha spinto a scrivergli. Il Santo Padre si ricorderà di te nelle sue preghiere e ti manda la sua benedizione”.

Forse delusa dalla risposta la signorina Butler ha registrato un nuovo videomessaggio per il Papa, chiedendo “un’opportunità di sedersi e condividere un pasto vegano con lui” durante la quaresima.

In una dichiarazione rilasciata da Million Dollar Vegan, il suo fondatore, Matthew Glover, ha esortato Papa Francesco a “agire” sul cambiamento climatico, la perdita di biodiversità, la sofferenza degli animali e la fame nel mondo – provando una dieta vegana per la Quaresima.

Glover, che è anche dietro all’iniziativa Veganuary, ha proseguito: “Vorremmo che Sua Santità considerasse ciò che Gesù avrebbe detto sull’agricoltura industriale”. L’uomo ha aggiunto che è stato sostenuto da una ricerca dell’Università di Oxford che ha affermato che le emissioni personali di gas serra potrebbero essere ridotte del 30-50% adottando una dieta a base vegetale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.