Musica sacra, un vescovo statunitense emana nuove direttive per l’uso della musica sacra

organo_tamburini_1John F. Doerfler, vescovo della Diocese di Marquette, negli Usa, nei pressi di Detroit, Michigan, ha realizzato una selezione di musica da utilizzare nel corso della Messa ed ha dato direttive pastorali affinchè le sue istruzioni musicali siano rispettate durante le sante Messe diocesane. Il predecessore di mons. Doerfler, cioè il vescovo Alexander Campione (ora Arcivescovo di Portland), con una lettera pastorale nel 2013 aveva fatto notare che la musica per la Sacra Liturgia deve possedere tre qualità: Santità, bellezza e universalità.

Queste qualità non sono “arbitrarie o soggettive”, ma invece “oggettivamente fluiscono dalla natura essenziale e dal fine che la musica sacra ha in sé”. Mons. Campione scriveva che “la musica sacra trascende le culture” e che “non ogni forma o stile musicale è suscettibile di essere reso adatto per la messa”. Il fine della musica sacra all’interno della Messa “è di glorificare Dio e santificare i fedeli, non generare una emozione o fornire una forma di intrattenimento religioso”. Ora il vescovo Doerfler, suo successore, passa dalla teoria alla pratica ed ha ordinato che le sue direttive devono essere attuate da tutte le parrocchie e scuole cattoliche della diocesi entro il 31 dicembre 2020.

In particolare il vescovo Doerfler chiede che tutte le parrocchie e le scuole imparino a cantare le parti dell’Ordinario della Messa in lingua inglese che si trovano nel Messale Romano, il Kyrie, il Sanctus e l’Agnus Dei dalla Missa lubilate Deo, l’antifona alla Comunione in inglese a un tono molto semplice che tutti possono cantare. Un esperto diocesano vigilerà affinchè sia garantita la qualità musicale e l’integrità dottrinale della Musica Sacra mentre il direttore Diocesano della Musica Sacra organizzerà workshop regionali annuali per i musicisti parrocchiali per assisterli nella realizzazione di queste direttive. Inoltre si impegnerà per aiutare gli insegnanti di musica delle scuole cattoliche ad implementare la musica sacra nel curriculum scolastico e nelle Messe scolastiche.

Matteo Orlando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *