Monsignor Andrea Gemma: “In atto un attacco dell’Islam al cristianesimo”

Mons Andrea Gemma“Lo dico con rammarico: mi sento confuso, dal Papa mi aspetteri maggior difesa dei cristiani”. Lo dice monsignor Andrea Gemma, vescovo emerito di Isernia- Venafro.

Eccellenza Gemma, possiamo  parlare di guerra di religione scatenata dall’ Islam contro i valori occidentali e cristiani?

” E’ in atto un  assalto al cristianesimo da parte dell’Islam cosa che del resto è plurisecolare, appartiene alla storia, non da oggi. Questo assalto al cristianesimo e ai suoi valori, certamente, non viene solo dall’ islam ma da tante forze ostili alla cultura e alla religione cristiana nel mondo”.

Papa Francesco ha parlato di guerra, ma ha escluso che sia di religione..

” Stimo il Pontefice, questo sia ben chiaro, ma  dissento da lui. Intanto devo dire che questo misericordismo diffuso tende a far diminuire il senso del peccato e già  micrea  sconcerto. Poi, e lo dico con tristezza e rammarico, mi sento confuso: dal Papa, capo della cristianità, mi aspetterei maggior fermezza nella difesa dei cristiani, gradirei un Papa più energico nella tutela dei nostri valori e della fede, segnalando che fuori di Cristo e della sua Chiesa non esiste salvezza e che non è vero che tutte le religioni sono uguali o portartrici di pace. Sotto questo profilo, Giovanni Paolo II e Ratzinger sono stati forti e chiari. Il discorso di Ratzinger a Ratisbona fu profetico, andrebbe letto, riletto e studiato. Le ripeto: da vescovo e da  fedele mi sento disorientato”.

Si parla di Islam moderato…

” L’ Islam si basa sul Corano e prima di affermare che esiste un Islam moderato si legga quel libro. Vi sono pagine spaventose di odio, nelle quali si chiede di uccidere crudelmente chi non crede, gli infedeli e noi per loro tali siamo. E allora che pace è mai questa?”.

L’Islam avanza in Europa. Esistono reponsabilità dei cristiani?

“Indubbiamente. L’ Europa è ormai secolarizzata e in preda al relativismo sia etico che culturale. La fede è scemata alla pari del rispetto dei valori della tradizione. Questo i musulmani, che credono e pregano, lo capiscono. Occorre rinforzare la fede e l’eredità cristiana predicando il Vangelo e ricordando la retta dottrina”.

Perchè la dottrina?

” Perchè anche qui l’attuale papato mi confonde con espressioni talvolta superficiali. Dottrinalmente è un pontificato incerto, dominato dal misericordismo. Magari è efficace per guadagnare qualche titolo di giornale, ma spesso lascia a desiderare, come il documento Amoris Laetitia. Vorrei un Papa che difendesse con forza i cristiani e le loro necessità. E sul dialogo con l’islam dico che non è possibile”.

Bruno Volpe

27 Commenti

  1. Andrea
    • Marinella
      • Andrea
        • Alfonso
        • francesca
        • francesca
      • Il fratello di Marinella è figlio unico
        • Marinella
    • Michele
    • Non possumus
    • Marco
    • Marco
  2. Domenico
    • GeertWilders4president
  3. Cinzia
    • GeertWilders4president
  4. l'osservatore distante
  5. Alfonso
  6. Tullio
  7. Claudio
  8. Giuseppinadalleprane@libero.it
  9. Marco
  10. Paulo
  11. giuseppe durante
  12. Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *