Mario Adinolfi: “Avvenire ha fiutato la possibile vittoria del M5S per questo non li incalza”

“L’intervista di Avvenire a Grillo? Il  calcio dell’ asino al cardinal Bagnasco. Una parte di Chiesa sale sul carro del presunto vincitore.” Mario Adinolfi, direttore del quotidiano cattolico La Croce e cofondatore del Popolo della Famiglia,  “pizzica” il direttore di Avvenire Tarquinio che ha pubblicato sul giornale  dei vescovi italiani una lunga intervista al comico genovese e nella stessa giornata, ha rilasciato al Corriere opinioni di sorprendente apertura verso i Cinque Stelle.

Adinolfi, sorpreso dalle mosse di  Tarquinio?

” Solo chi non conosce certi comportamenti della Chiesa italiana può rimanere sorpreso. Io non  lo sono affatto”.

Perchè?

” Perché sin dalla campagna elettorale per le amministrative di Roma, la Raggi è stata appoggiata da parte dell’ elettorato cattolico e anche dal clero, idem è accaduto a Torino per la Appendino che subito dopo, per ricambiare, lo dico in senso ironico, ha creato l’ assessorato alle famiglie”.

Che cosa intende dire?

” Che è venuta fuori una cosa abbastanza nota. Intanto va segnalato il tenore  molto amichevole della intervista di Tarquinio a Grillo,  non lo ha mai davvero incalzato come si dovrebbe. Inoltre non capisco quali siano le sensibilità o affinità comuni tra cattolici e grillini. E proprio nel giorno di questa apertura, ecco il voto grillino sulla legge del fine vita. I Cinque Stelle sostengono: unioni civili, aborto, droga libera, fine vita, divorzio lampo, matrimonio a tre o quattro. E allora? Risponda Tarquinio. In realtà con gli interventi del direttore di Avvenire è venuto fuori quello che era sotto traccia”.

Cioè?

” Tarquinio fa quello che alcuni settori di Chiesa gli chiedono di fare. Probabilmente una componente che oggi è dominante tra i vescovi italiani ha fiutato che i grillini potranno vincere le elezioni, allora con anticipo si cerca di salire sul carro del presunto vincitore per non trovarsi fuori o scoperti. E’ stata una operazione editoriale persino ingenua e smaccata nelle sue modalità. Pensano di prendere per fessi i cattolici”.

Ma Avvenire è il giornale di riferimento dei vescovi…

” Infatti.  L ‘intervista a Grillo è stato il calcio dell’asino da parte di un settore di Chiesa al presidente uscente Bagnasco che ormai non conta più nulla, una pedata nel sedere”.

E il Papa?

” A lui delle cose politiche italiane interessa molto poco”.

Necessario a questo punto un partito dei cattolici?

” Occorre un partito cattolico e la unità. E’ quanto cerca di far comprendere da tempo il Popolo della Famiglia”.

Bruno Volpe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *