Insegnante costringe bambino a togliere il segno delle ceneri. E’ polemica negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti è usuale, per i fedeli cattolici, ricevere l’imposizione delle ceneri, il Mercoledì delle Ceneri che segna l’inizio della Quaresima, con un segno di croce sulla fronte, che rimane visibile chiaramente nelle ore successive.

Anche i vicepresidenti cattolici degli Stati Uniti (per esempio John Biden, il vice di Obama, nella foto) hanno tranquillamente mostrato in pubblico le ceneri ricevute.

Questo, però, non è stato permesso ad un bambino che frequenta una scuola elementare nello stato dello Utah.

William McLeod, uno studente della Valley View Elementary School di Bountiful, nello Utah, è arrivato a scuola con le ceneri sulla fronte a forma di croce, un’abitudine per i cattolici all’inizio della Quaresima. Ma, a quanto pare, era l’unico allievo con le ceneri a scuola. Gli altri studenti erano curiosi e lui ha spiegato l’usanza del Mercoledì delle Ceneri quando glielo hanno chiesto. Ma poi la sua insegnante Moana Patterson si è confrontata con lui sulle ceneri, dicendogli che erano inappropriate e che doveva rimuoverle. Nonostante le obiezioni del ragazzino la Patterson gli ha fatto rimuovere la croce fatta con la cenere attraverso l’ausilio di un panno igienizzante.

La nonna dello studente, Karen Fisher, ha successivamente dichiarato ai media di avere visto il nipotino, che frequenta la quarta elementare, piangere davanti lo psicologo della scuola. “Era imbarazzato”.

La scuola ha rilasciato una dichiarazione di scuse, affermando che la questione viene presa molto sul serio. Patterson è stato posta in congedo amministrativo e si sta prendendo in considerazione un’azione disciplinare aggiuntiva.

“La sua azione è stata inaccettabile”, ha detto il portavoce del distretto, Chris Williams all’Associated Press. “A nessun studente dovrebbe mai essere richiesto di rimuovere una croce di cenere che porta sulla sua fronte”. La Fox ha riferito che l’insegnante ha incontrato il preside dopo l’incidente e che è stata fatta una telefonata alla famiglia. In seguito, McLeod ha ricevuto una lettera di scuse, con alcune caramelle, da parte della signora Patterson.

Jean Hill, della diocesi di Salt Lake City ha dichiarato all’Associated Press che gli errori si verificano e che l’evento è stato un’opportunità positiva per il dialogo interreligioso. I cattolici sono una minoranza nello stato prevalentemente mormone dello Utah. “La diocesi è anche molto grata al giovane studente che ha usato la situazione per educare il suo insegnante su una parte della sua fede che ha importanza per lui”. “Imparare a vicenda è un modo per costruire comunità attraverso i contatti religiosi, politici, razziali, etnici e di altro tipo”, ha aggiunto Hill.

Una risposta

  1. Avatar Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.