Il vescovo di Sulmona: “Un cristiano autentico non rinuncia al Vangelo per motivi politici”

spina“ La legge Cirinnà è devastante, figlia di ideologia”. Lo dice Monsignor Angelo Spina, vescovo di Sulmona- Valva, intervistato da La Fede Quotidiana.

Eccellenza, partiamo  dalla famiglia. Possiamo dire che questa istituzione, tanto basilare, subisce continui attacchi?

“ La famiglia naturale, per intenderci quella composta da uomo e donna aperti alla vita uniti nel vincolo del matrimonio, è patrimonio di tutti. Merita attenzione e protezione e non di essere derisa o peggio ancora inquinata”.

Che cosa va contro la famiglia?

“ Intanto il fatto che la politica, tutta, senza fare distinzioni di governi, non la agevola con strategie mirate e concrete, o incentivi strutturali limitandosi quando va bene a bonus sporadici. Inoltre, penso che si respiri un clima culturale molto sfavorevole, una  rivoluzione antropologica negativa e lo vediamo”.

Dove?

“ Prenda la recente legge sulla unioni civili. La trovo devastante, figlia  non del bene comune, ma di una scelta ideologica. E’ una legge che un credente ed anche un uomo di buon senso non può condividere”.

Che cosa non la convince?

“  Trovo sconcertante la sostanziale sovrapposizione tra unioni civili e  famiglia naturale indicata anche dalla Costituzione che è quella di uomo e donna. Questo aprirà quasi certamente le porte alle adozioni da parte delle coppie omosessuali per via di sentenza o di artifici legali come ha saggiamente detto il cardinal Bagnasco e valuto questo negativo sul piano etico, oltre che pericoloso per il bambino che ha tutto il diritto a crescere in un ambiente in grado di assicurare la piena ed armoniosa genitorialità. Il figlio non è un capriccio da conseguire ad ogni costo, o che si possa comperare al mercato con pratiche  orribili quali l’ utero in affitto. E’ un dono di Dio”.

Il Presidente Renzi ha parlato per la approvazione della legge, di giorno di festa e ha dichiarato che lui non ha giurato sul Vangelo..

“ Però si professa credente. Vero, sul Vangelo un  politico non giura, ma se ci  si dichiara credente, il Vangelo lo si vive con esempio e adesione. Evidentemente non è coerente col suo credo.  Un cristiano  autentico non rinuncia  al Vangelo, neanche per motivi politici”.

Obiezione di coscienza, è legittima?

“ Esiste un diritto ad obiettare davanti a leggi moralmente o eticamente ingiuste. Il cristiano no si ribella alla legge, ma ha tutto il diritto a non applicarla, magari delegando a terzi ,come succede per l’ aborto”.

Chi ha spinto per la Cirinnà?

“ Non certamente la ricerca del bene comune, ma è figlia di lobby”.

Bruno Volpe

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Una risposta

  1. Elio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *