Il sacerdote ceco Tomáš Halík consegna lettera con 75 mila firme per chiedere riforme al Papa

2014

Il sacerdote e teologo ceco Tomáš Halík ha incontrato Papa Francesco in Vaticano e gli ha consegnato una lettera che elogia il Papa per i suoi sforzi di riformare la Chiesa cattolica e sollecitando l’istituzione di una chiara visione futura.

La lettera è stata sostenuta da quasi 75 mila firmatari, tra cui 2.500 professori di teologia e personalità pubbliche di tutto il mondo.

Halík ha dichiarato a aktualne.cz che le opinioni sull’attuale ruolo della Chiesa cattolica sono state raccolte da tutti i firmatari e sono ora pubblicate in più lingue. Ha anche affermato che è stata istituita una rete intercontinentale di teologi pronti a concepire e attuare gli impulsi di riforma.

Il 71enne vincitore del Premio Templeton è stato attivamente coinvolto nella dottrina teologica all’interno della Chiesa cattolica sin dagli anni ’90.

“Con questa lettera aperta a voi esprimiamo la nostra gratitudine per il vostro stile coraggioso e teologicamente responsabile del ministero petrino”. Nella lettera aperta si ricordano gli attacchi contro il Papa e lo si invita a non lasciarsi “distrarre dal percorso scelto” e gli assicurano il loro “pieno sostegno e la preghiera costante”.

Tra i firmatari della lettera aperta ci sono un certo numero di professori universitari e altri personaggi pubblici di tutto il mondo. Tra i firmatari c’è l’ex ministro ceco della Cultura Daniel Hermann, il vescovo ausiliare di Praga Vaclav Maly, il filosofo Jan Sokol.

“Se la Chiesa vuole ottenere la credibilità dopo tutti gli scandali, deve presto presentare una visione chiara del suo lavoro nel mondo”.

La Chiesa “dovrebbe occuparsi non solo delle persone ai margini della società, ma anche delle persone che non si impegnano in forme tradizionali di religione. La semplice divisione delle persone in credenti e atei non influisce più su una vasta gamma di atteggiamenti spirituali nel mondo pluralista”, ha detto Halík in un comunicato stampa.

Ecco il testo della lettera in italiano:

Stimatissimo Papa Francesco.

Le Sue iniziative pastorali e la loro motivazione teologica sono attualmente oggetto di un veemente attacco da parte di un gruppo all’interno della chiesa.

Con questa lettera aperta vogliamo esprimere il nostro ringraziamento per la Sua guida ecclesiastica coraggiosa e teologicamente fondata.

In breve tempo è riuscito a riformare la cultura pastorale della chiesa cattolica collegandosi alla sua origine in Gesù. Gli uomini feriti, la natura ferita sono nel Suo cuore. Lei vede la chiesa come un ospedale da campo, ai margini della vita. La Sua preoccupazione è per ogni singolo uomo, amato da Dio. L’ultima parola nel rapporto con gli uomini non è la legge ma la compassione. Dio e la sua misericordia caratterizzano la cultura pastorale che Lei richiede alla chiesa. Lei sogna una chiesa madre e pastora. Noi condividiamo questo sogno.

Le chiediamo di non deviare da questo percorso iniziato e Le assicuriamo il nostro sostegno e la nostra preghiera continua.

I firmatari (74.585)

Una risposta

  1. Avatar don giorgio de capitani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.