Giuliva di Berardino sull’apostolo Andrea, quello che “subito ha seguito Gesù”

 

IL VANGELO DEL GIORNO: sabato 30 novembre 2019

Sant’Andrea apostolo

Oggi è la festa liturgica dell’apostolo Andrea e il vangelo ci fa ascoltare l’inizio della sua avventura dietro al Signore. Fratello di Simone, detto Pietro, di Cafarnao, pescatore. Un uomo intento a svolgere il suo lavoro, in un’azienda familiare, viene guardato da Gesù e invitato a seguirlo. Chissà cosa avrà pensato Andrea nel sentirsi dire “Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini”? La cosa che il Vangelo ci trasmette è che sia lui, sia suo fratello come anche i loro soci, non hanno riflettuto molto: subito hanno seguito Gesù. Il Signore li ha spinti verso una nuova prospettiva di vita, una nuova esistenza, un altro mare, molto più turbolento, più austero, più difficile da vivere, ma sicuramente aperto verso lidi sconosciuti, ampi, eterni. Pescare uomini, trarre fuori dalle acque della morte uomini e donne che hanno bisogno di venire alla luce, di essere salvati. Questa è la prospettiva di vita che Andrea ha accolto da quel giorno, insieme a suo fratello e agli altri suoi colleghi. Quattro pescatori rispondono sì a questo invito di Gesù, sì a immergersi nel buio dell’abisso per iniziare una nuova vita fondata non più sul guadagno di pesci estratti da quel lago tanto fertile in Galilea, ma fondata sull’amicizia con Gesù e con gli uomini e le donne che venivano salvati, come loro, da quel Rabbi tanto amabile capace di guarire i sordi, i ciechi, far parlare i muti, liberare gli oppressi e convertire i cuori. Preghiamo allora oggi S. Andrea, che ci comunichi un pò di questo suo coraggio, di questo suo ardente slancio che lo spinse a seguire Gesù, non solo quel giorno, quando Gesù lo chiamò, ma per tutta la sua vita, fino alla fine. Buona festa di S.Andrea e auguri a tutte le persone che portano questo nome benedetto!

Mt 4, 18-22

Mentre (Gesù) camminava lungo il mare di Galilea, vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. E disse loro: “Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini”. Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni suo fratello, che nella barca, insieme a Zebedeo loro padre, riparavano le loro reti, e li chiamò. Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.