Giuliva Di Berardino sulla casa costruita sulla sabbia e quella costruita sulla roccia

La teologa Giuliva Di Berardino* commenta (in versione testuale e audio) il Vangelo del giorno.

Ecco l’audio

Ecco il testo

IL VANGELO DEL GIORNO: giovedì 27 Giugno 2019

Oggi il Vangelo ci consegna un paragone interessante tra noi, la nostra vita e la casa costruita sulla sabbia o sulla roccia. L’idea che c’è sotto è quella di costruire, di faticare per qualcosa. Tutti fatichiamo per qualcosa o per qualcuno. Oggi il Vangelo ci fa quindi riflettere: per cosa o per chi tu fatichi ogni giorno? Ma non solo! Quì non si tratta solo di costruire, ma di come costruire! Anzi, su cosa costruiamo, su cosa fatichiamo, qual è il fondamento su cui costruiamo tutte le nostre sicurezze. Il vangelo di oggi, allora, per noi è molto prezioso, perché ci insegna a fare i conti con le nostre illusioni, mostrandoci come in fondo siamo noi i costruttori della nostra casa, cioè delle nostre relazioni quotidiane, delle nostre sicurezze. Siamo noi a dover resistere alle tempeste e alle grandi perturbazioni della vita, quando arriveranno! Per questo il Vangelo ci invita a concentrare i nostri sforzi concreti della vita quotidiana sull’ascolto e la pratica dell’insegnamento di Gesù. Perché? Perchè ne vale la pena! E’ la parola di Gesù, la sua presenza, a darci la forza per stare in mezzo alle contraddizioni della vita e a uscirne con dignità. Vivere col Vangelo nel cuore e sulle labbra è costruire sulla roccia. Ed è un costruire che non costa poi così tanta fatica, perchè le parole di Gesù danno una forza vitale tale da far danzare a ritmo vita e Spirito, finché realizziamo che è Lui che costruisce insieme a noi, Lui danza con noi! La maggior parte la fa Lui, ci guida Lui! Noi, di fatto, scegliamo solo con chi stare, quale fondamento avere. Allora oggi, celebrando la memoria di S. Cirillo di Alessandria, rendiamo grazie a Dio perché anche oggi possiamo costruire insieme a Gesù sul fondamento del suo amore, che è la vera roccia su cui possiamo appoggiarci senza paura di cadere.

Mt 7, 21-29

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli. Molti mi diranno in quel giorno: Signore, Signore, non abbiamo noi profetato nel tuo nome e cacciato demoni nel tuo nome e compiuto molti miracoli nel tuo nome? Io però dichiarerò loro: non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, voi operatori di iniquità. Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica è simile a un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa non cadde, perché era fondata sopra la roccia. Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, è simile a un uomo stolto che ha costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde, e la sua rovina fu grande”. Quando Gesù ebbe finito questi discorsi, le folle restarono stupite del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità e non come i loro scribi.

 

* Giuliva Di Berardino è insegnante di Religione Cattolica nella scuola pubblica. Laureata in Lettere Classiche a Roma, ha poi conseguito il Baccellierato in teologia presso la Pontificia Università Antonianum di Roma e la Licenza in teologia liturgica presso l’Istituto di Liturgia Pastorale di Padova. Attualmente è dottoranda nello stesso Istituto. Consacrata nell’Ordo Virginum della diocesi di Verona, mette a servizio della Chiesa la sua esperienza nella danza biblica e nella preghiera giudaico-cristiana guidando laboratori di danza e preghiera, dedicandosi all’evangelizzazione di strada e all’accompagnamento dei giovani. In seguito ai diversi interventi sulla teologia del corpo e della danza e ai numerosi laboratori svolti in Italia e in Europa, di recente ha pubblicato il libro “Danzare la Misericordia”, ed. dell’Immacolata, in cui descrive una vera e propria spiritualità della danza di lode, a partire dalla Bibbia. E’ anche pedagogista del movimento e guida di esercizi spirituali per giovani, religiosi e laici.

La teologa Di Berardino gestito la pagina YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCE_5qoPuQY7HPFA-gS9ad1g

Per contattarla scrivere a: giuliva.diberardino@gmail.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.